Anche Rbs riduce l’esposizione all’Italia

A
A
A
di Redazione 4 Novembre 2011 | 08:17
La principale banca britannica a controllo statale ha concluso il trimestre con un utile operativo crollato del 63% a quota 267 milioni di sterline

Royal Bank of Scotland paga a caro prezzo la crisi del debito europeo, che ha colpito in modo particolare la sua divisione di intermediazione mobiliare. La principale banca britannica a controllo statale ha concluso il trimestre con un utile operativo crollato del 63% a quota 267 milioni di sterline, contro i 726 milioni dello stesso periodo del 2010 e rispetto alle attese di 343 milioni. Giù anche i ricavi della divisione investment-banking, scesi del 29% rispetto al periodo precedente. La banca ha comunicato di aver ridotto la propria esposizione al debito italiano di 2,5 miliardi di sterline a 294 milioni nel terzo trimestre. Complessivamente, ha sottolineato l’istituto, la sua esposizione nei confronti del paesi cosiddetti piigs è scesa a 772 milioni di sterline da 3 miliardi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il wm sostiene i conti di Rbs

RBS sceglie LivePerson per migliorare il servizio clienti con gli “hybrid bots”

Rbs perde 6,5 miliardi di sterline, ma il titolo vola in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X