UniCredit, oggi comitato su piano e aumento

A
A
A
di Redazione 9 Novembre 2011 | 09:08
Il piano industriale di piazza Cordusio sarà presentato al mercato il 14 novembre e, secondo la stampa, oggi si riunirà il comitato permanente per discutere su questo tema

Inizia a prendere forma il piano industriale di UniCredit, che sarà presentato ufficialmente il prossimo 14 novembre, probabilmente insieme all’aumento di capitale. Secondo quanto indicato da Il Sole 24 Ore, oggi dovrebbe riunirsi il Comitato permanente strategico chiamato a fornire pareri al Consiglio sia riguardo alla predisposizione del piano triennale sia in merito alle operazioni straordinarie sul capitale e sulla politica dei dividendi del gruppo. Il piano strategico, aggiunge il quotidiano, dovrebbe prevedere una forte focalizzazione della banca sul business classico delle attività commerciali e una semplificazione organizzativa che potrebbe comportare alcune dismissioni.

Quanto alla ricapitalizzazione, per definire gli ultimi dettagli manca ancora il nodo cashes. Sarà infatti il destino delle obbligazioni convertibili per 3 miliardi di euro emesse da UniCredit a determinare la misura dell’aumento, afferma il quotidiano di Confindustria, osservando che “l’ammontare richiesto al mercato potrebbe ridursi dai 7,4 miliardi di euro indicati dall’European Banking Authority (Eba) dieci giorni fa anche fino a 5 miliardi”. Secondo quanto risulta invece a Il Messaggero, Piazza Cordusio “si appresta a raccogliere sul mercato mezzi freschi quasi in linea con l’esercizio formulato dall’Eba: 7,5 miliardi contro i 7,379 miliardi stimati dalla Super Authority europea”.

“Se Unicredit farà ricorso a denaro fresco per un ammontare di 7 miliardi (cioè senza includere cashes e la distribuzione di dividendo in azioni) per noi sarà una sorpresa negativa dal momento che a seguito dell’esito del test EBA (Authority bancaria europea) avevamo abbassato la stima di necessità di capitale da 6,5 miliardi a 3 miliardi”, hanno commentato gli analisti di Intermonte.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X