Condotta illecita e fraudolenta, radiato un pf di Latina

A
A
A
di Redazione 9 Novembre 2011 | 12:30
La Consob ha stabilito la radiazione nei confronti di Massimiliano Albertini, già sospeso precedentemente in via sanzionatoria per un periodo di due mesi

Dopo la sospensione, la Consob ha stabilito la radiazione dall’albo unico dei promotori finanziari per Massimiliano Albertini. Il pf residente in provincia di Latina, già sospeso precedentemente in via sanzionatoria per un periodo di due mesi, è ritenuto responsabile di aver acquisito quasi 1,4 milioni di euro di pertinenza di alcuni clienti nel periodo tra il 2004 e il 2009 effettuando bonifici dai loro conti correnti verso conti intestati a se stesso o a suoi familiari e accettando assegni non intestati.

Inoltre, precisa la Consob, Albertini ha modificato senza consenso la domiciliazione della corrispondenza di 15 clienti e ha cointestato operazioni di investimento tra 4 clienti. Al fine di impadronirsi dei soldi, il pf ha poi contraffatto la firma degli investitori sulla modulistica bancaria e contrattuale, ha perfezionato operazioni non autorizzate, ha fatto sottoscrivere alla clientela modulistica in bianco e ha utilizzato i codici di accesso telematico relativi a rapporti di pertinenza della clientela.

Nella delibera pubblicata sul suo sito web, la commissione guidata da Giuseppe Vegas ha osservato come “la reiterazione delle condotte illecite del promotore in un significativo arco temporale e nei confronti di numerosi clienti, le modalità fraudolente con cui le ha messe in atto e l’entità delle disponibilità sottratte, costituiscono circostanze particolarmente aggravanti e tali da compromettere radicalmente l’affidabilità del promotore nei confronti della clientela e di potenziali investitori”.

Di qui la decisione di radiare Albertini dall’albo, un provvedimento che ammette comunque il ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio entro 60 giorni dalla data di notifica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X