Consob, l’Albo perde un altro promotore

A
A
A
di Redazione 6 Dicembre 2011 | 16:23
La misura riguarda Christian Evaspasiano, responsabile di aver rilasciato ai propri clienti rendiconti finanziari contenenti false valorizzazioni dei loro investimenti

Nuova radiazione dall’Albo dei promotori finanziari. La misura annunciata dalla Consob nel suo consueto bollettino riguarda Christian Evaspasiano, nato ad Aosta nel 1969, che si è reso responsabile di comportamenti irregolari nello svolgimento della sua attività. Nel dettaglio Evaspasiano è ha rilasciato ai propri clienti, tra settembre 2006 marzo 2010, “numerosi rendiconti finanziari contenenti false valorizzazioni dei loro investimenti”, ha sottolineato la Commissione guidata da Giuseppe Vegas, che ha accertato le violazioni poste in essere dall’ex pf grazie alla segnalazione arrivata da Banca Fideuram, che a febbraio 2010 aveva comunicato di aver sospeso Evaspasiano per quattro settimane proprio a seguito delle sue condotte illecite. Il promotore, che ha rassegnato le proprie dimissioni il 13 maggio 2010, ha poi fornito lui stesso ulteriori informazioni su quanto accertato a suo carico e ha presentato richiesta di cancellazione dall’Albo in quanto non intende più svolgere l’attività di pf in futuro.

Va segnalato infine, riporta la Consob, che le sue condotte irregolari non hanno causato alcun danno agli investitori, i quali non hanno sporto denuncia né mosso rimostranze nei suoi confronti. Ricordiamo comunque che le notizie di radiazioni dall’Albo riportate sul nostro sito costituiscono pur sempre un’eccezione. Secondo i dati pubblicati sul sito istituzionale della Consob infatti, da inizio anno fino a metà ottobre l’autorità ha adottato 102 provvedimenti rispetto ai 105 emessi l’anno scorso nei confronti di pf di tutte le reti attive nel settore: percentuali basse se si pensa che in dieci mesi ha subito un provvedimento solo lo 0,18% dei promotori iscritti all’Albo e lo 0,29% dei pf con mandato attivo, a fronte rispettivamente dello 0,26% e dello 0,4% dell’intero 2010.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X