Tofanelli (Ocf): “Mifid 2, rischi dagli autonomi a domicilio”

A
A
A

La norma in questione è quella che consente ai consulenti autonomi, quelli senza mandati di una banca e di una sim, di offrire i propri servizi anche fuori sede, spiega a MF il vicepresidente di Ocf.

Chiara Merico di Chiara Merico8 maggio 2017 | 09:29

NORMA CONTROVERSA – Attenzione ai rischi che porta con sé una delle norme di recepimento della direttiva Mifid 2, approvate dal Consiglio dei ministri: a lanciare l’allarme è il vicepresidente di Ocf, Marco Tofanelli, in un’intervista a MF. La norma in questione è quella che consente ai consulenti autonomi, quelli senza mandati di una banca e di una sim, di offrire i propri servizi anche fuori sede, presso il domicilio dei risparmiatori.

RISCHIO VULNUS – Una norma che, secondo Tofanelli, rischia di aprire un vulnus nella catena di protezione che negli ultimi 30 anni ha tutelato i risparmiatori. “I miei dubbi sull’offerta fuori sede non riguardano la categoria dei consulenti autonomi, ma le norme che devono tutelare tutti i risparmiatori contro possibili frodi”. Infatti, anche se la legge prevede che i consulenti autonomi si dotino di una copertura assicurativa, “non vale in caso di dolo”, spiega Tofanelli. “Quasi il 70% dei casi di cronaca di truffe degli ultimi anni provengono da sedicenti consulenti senza mandato di un intermediario. E in questi casi il risarcimento è praticamente impossibile”.


3 commenti

  • Giuseppe Cioce says:

    Egregio Dott. Tofanelli, lei avrebbe anche ragione, se non fosse che il consulente finanziario indipendente definito “autonomo” non tocca in alcun modo il patrimonio del cliente. E in questi casi la truffa è praticamente impossibile. 

  • giorgio canella says:

    “I miei dubbi sull’offerta fuori sede non riguardano la categoria dei consulenti autonomi, ma le norme che devono tutelare tutti i risparmiatori contro possibili frodi”…quali frodi? magari vogliamo anche vietare che un Professionista (avvocato, commercialista o consulente non venditore) accompagni il cliente in banca???????

  • Massimo Vicari says:

    Ha ragione, i “sedicenti consulenti” sono pericolosi, non gli onesti lavoratori, come lo sono anche i promotori finanziari che da anni vanno a casa dei clienti, intascano l’assegno, e se sono onesti lo versano in nome del cliente. I CF autonomi non toccano il patrimonio del cliente in nessun caso.
    Sarebbe come impedire la lettura del gas in casa perchè “sedicenti” tecnici si spacciano per tali. Assurdo e fuorviante

ARTICOLI CORRELATI

OCF, Tofanelli (Assoreti): “Nuovo statuto garanzia per tutti”

Buone regole da migliorare

Finanza&Futuro cresce a Roma

Consulenti, esame light per i commercialisti

Tofanelli (Assoreti e Ocf): “Il 30 bis? Vigilanza più difficile ma nei tempi giusti”

Regole Esma, la classificazione della clientela è il tallone d’Achille

Consulenti, grande meeting dei big boss

Tofanelli (Assoreti): “Universitari necessari per il futuro dei cf”

OCF, è partito il tavolo tecnico sulla Vigilanza

Assoreti, un miliardo in meno

Il gestito ruggisce anche ad agosto

Tris d’assi per Assoreti

Reti, amministrato meglio del gestito ad aprile

Tofanelli presidente di Igea Banca

Vigilanza, Tofanelli (Assoreti): il nostro codice è cambiato per profilare meglio il cliente

Promotori finanziari, l’Anasf li invita a un convegno a Pavia

PF: Fideuram, big di raccolta segue Mediolanum e Generali

Promotori Finanziari, F&F Banca continua il reclutamento e le big perdono terreno

Assoreti, si apre il convegno annuale

Promotori Finanziari – Patrimonio stabile grazie al gestito

Assoreti vuole l’albo dei consulenti

Promotori Finanziari – L’open architecture piace sempre più

Assoreti, gestito sempre più forte, raccolta a +64,4%

Promotori, in un anno 800 dicono addio

Assoreti fa formazione con Luiss

Promotori – F&F Banca e Azimut regine del reclutamento

Promotori Finanziari – F&F Banca e BSI si aggiudicano più promotori

Assoreti – Ancora in crescita la raccolta netta. 1,4 miliardi di flusso

Promotori Finanziari – Reti più piccole e più efficienti

E' uscito il nuovo ADVISOR

Promotori Finanziari – Cala il numero di pf mentre IPIBI si vuole rafforzare

Promotori Finanziari – Le reti si bloccano sul reclutamento

Promotori Finanziari – La professione non attira più

Ti può anche interessare

Consulenti, la “segnalazione” della banca conta più delle competenze

Consob, GfK, Ocf e Roma Tre rivelano: il secondo fattore di scelta del cf da parte del cliente è il ...

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Il settimanale Milano Finanza dedica un ampio servizio al nuovo scenario di mercato in cui si muovon ...

Bnl-Bnp Paribas LB, la consulenza va in tour

Un roadshow di 26 tappe che attraverserà l’Italia per parlare di mercati, risparmio e investiment ...