Consulenti più virtuosi, lo dice Consob

A
A
A
di Andrea Telara 8 Maggio 2017 | 14:53
Relazione annuale del presidente Vegas sulle attività dell’aurthority che vigilanza sui mercati finanziari. Nel 2016 81 provvedimenti a danno dei cf contro i 122 del 2015.

SANZIONI IN CALO – Un totale di 81 provvedimenti sanzionatori, contro i 122 del 2015. Sono quelli che la Consob ha comminato lo scorso anno ai consulenti finanziari che sembrano  essere diventati ben più virtuosi rispetto al passato. I dati sono contenuti nella Relazione annuale della autority di vigilanza, illustrata oggi a Milano a Piazza Affari dal presidente Giuseppe Vegas. Tra gli 81 provvedimenti adottati dalla Consob, 38 sono radiazioni dall’Albo, a cui si aggingono 39 sospensioni atempo determinato (da un minimo di un mese a un massimo di quattro mesi). In due casi, inoltre, sono state applicate sanzioni amministrative per una somma  pari complessivamente a circa 5.600 euro, mentre in altri due casi è stata applicata la sanzione del richiamo scritto. Sono stati inoltre adottati 19 provvedimenti di sospensione cautelare dall’esercizio dell’attività (per un periodo di 60 giorni in 15 casi e per un periodo di un anno in quattro casi). I dati sono riportati nella tabella a fondo pagina, tratta dalla Relazione Annuale della Consob.

RITORNO AL 2009- Le cifre esposte oggi da Vegas segnano un significativo miglioramento non soltanto rispetto sul 2015 ma anche rispetto agli anni precedenti. Se si considera infatti il numero di sanzioni in termini precentuali, si vede che il numero totale dei consulenti colpiti nel 2016 è stato pari ad appena lo 0,27% del totale contro lo 0,42% del 2015 . Per trovare un dato migliore, bisogna risalire al 2009. In calo anche le segnalazioni della Consob all’Autorità Giudiziaria per fatti penalmente rilevanti emersi nel corso delle istruttorie: nel 2016 sono state 55 contro le 76 del 2015 e le 67 del 2014. Nella sua relazione annuale, Vegas ha passato in rassegna diversi argomenti che riguardano le attività dell’authority e la comunità finanziaria. Dopo aver criticato la normativa sul bail-in definita “uno shock normativo che ha contribuito a minare la fiducia nel sistema bancario”, il presidente uscente della Consob ha parlato a lungo di Mifid 2 e delle sue conseguenze sul settore della consulenza finanziaria. Secondo Vegas la direttiva europea svilupperà la consulenza autonoma facendo diminuire il rischio di conflitti di interesse.

 

 

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Risparmio, Consob lancia l’allarme sul fintech e cripto

Consob e Bankitalia: attenzione alle cripto

Consob, la consulenza fa sempre discutere

NEWSLETTER
Iscriviti
X