Generali: raccolta premi in calo nel 2011, bene il ramo Danni

A
A
A
di Redazione 24 Febbraio 2012 | 14:28
La raccolta lorda dei premi del ramo Vita ha registrato un calo del 9,3% a 46,4 miliardi, appesantita dall’andamento dei premi unici (-24%) e…

Il Leone di Trieste ha concluso il 2011 con un calo della raccolta premi lorda intorno al 5,5% a quota 69,2 miliardi.  Il buon andamento del ramo Danni, che ha messo a segno l’anno scorso un progresso del 3,1% a 22,8 miliardi, non è dunque bastato a compensare la contrazione registrata dalla raccolta lorda dei premi del ramo Vita (-9,3% a 46,4 miliardi), che ha risentito della raccolta dei premi unici (-24%), condizionata dall’andamento dei mercati finanziari. A livello di raccolta netta Vita – pari alla differenza tra premi incassati e pagamenti – Generali ha comunque chiuso l’anno a oltre 5,8 miliardi, la più elevata del mercato europeo. “In un contesto estremamente difficile in Europa e in particolare in Italia, Generali ha mostrato la capacità di raggiungere importanti risultati di raccolta con un forte sviluppo nei danni e una produzione vita che ci conferma leader in Europa”, ha commentato l’amministratore delegato di Generali, Giovanni Perissinotto. “La crisi del 2011 ha messo in evidenza i punti di forza del nostro gruppo: il modello di business, la diversificazione territoriale e la prudente politica di investimento. Tutto ciò contribuisce oggi, in un quadro finanziario particolarmente stressato, a mantenere adeguata la solidità del nostro gruppo, in grado di sostenere con le proprie forze lo sviluppo del business”.

 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X