I consigli di Bnp Paribas: puntare su Eni

A
A
A
di Redazione 7 Marzo 2012 | 14:17
Il gruppo italiano prevede di aumentare del 10% la produzione di petrolio nel corso del 2012 dopo il calo del 14%, a 1,68 milioni di barili al giorno, patito nel 2011…

Tra le società che potrebbero trarre vantaggio dalla corsa del petrolio vi è Eni. Il gruppo italiano prevede di aumentare del 10% la produzione di petrolio nel corso del 2012 dopo il calo del 14%, a 1,68 milioni di barili al giorno, patito nel 2011. A pesare su questa voce è stato il blocco degli impianti libici dei mesi scorsi.  Nonostante questo, il gruppo di San Donato ha archiviato il 2011 con un utile netto in crescita del 9% a 6,89 miliardi di euro. Il vero asso nella manica del Cane a sei zampe per i prossimi anni è tuttavia rappresentato dalla sontuosa scoperta di gas avvenuta in Mozambico. Nel Paese africano Eni ha trovato 212,5 miliardi di metri cubi di gas, proiettando a circa 850 miliardi di metri cubi di gas le riserve scovate nell’Area 4 del campo di Mamba

Nome Sottost. Scadenza Strike Distanza barriera Livello bonus
Livello cap Rend. bonus Prezzo
Bonus Cap Eni 20/07/12 15,820 34,14% 109,00% 109,00% 0,93% 108,00 €
Bonus Cap Eni 19/10/12 16,1000 35,73% 112,00% 112,00% 2,38% 109,40 €
Bonus Cap Royal Dutch Shell 26/11/12 24,080 34,29% 110,30% 110,30% 2,51% 107,60 €
Bonus Cap Total 21/12/12 33,190 47,13% 110,00% 110,00% 0,32% 109,65 €
Bonus Cap Eurostoxx Oil&Gas 21/12/12 265,090 48,10% 110,00% 110,00% 1,90% 107,95 €

Articolo tratto dalla newsletter  Le Opportunità in Borsa: leggi tutte le news!
Per andare subito alla homepage del sito: www.prodottidiborsa.it.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X