Equita: “Ci sarà un boom dei Pir, grazie a B.Mediolanum e agli altri big”

A
A
A
di Andrea Telara 18 Maggio 2017 | 10:56
Per gli analisti della casa di investimenti, la raccolta dei piani individuali di risparmio raggiungerà i 10 miliardi entro fine anno, contro gli 1,6 miliardi previsti inizialmente.

Altro che 1,6 miliardi come previsto inizialmente. Per Equita Sim, i piani individuali di risparmio (Pir) raccoglieranno ben 10 miliardi entro la fine dell’anno. Merito soprattutto dei big dell’asset management e della consulenza finanziaria come Banca Mediolanum ed Eurizon, che hanno già raccolto con i pir 700-800 milioni di euro a testa. Il presidente di Banca Mediolanum, Ennio Doris, ha dichiarato nelle scorse settimane l’obiettivo di raggiungere 3 miliardi di euro di masse gestite con i piani individuali di risparmio. Gli analisti di Equita ritengono questo traguardo ambizioso ma, in una nota citata dal quotidiano Mf, hanno aggiunto di aver imparato una coasa, da quando seguono il titolo Mediolanum in borsa: Doris raramente sbaglia nel valutare la forza commerciale della rete della banca.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, quando il family banker fa bene all’ambiente

Banca Mediolanum, tre film per tre servizi

Mediolanum e Notarify, una nuova alleanza

NEWSLETTER
Iscriviti
X