Promotori finanziari, Mediolanum rilancia sul conto deposito

A
A
A
di Redazione 20 Marzo 2012 | 13:42
Da Milano il numero uno Ennio Doris ha presentato una nuova campagna. Si tratta di…

Un conto deposito che rende fino al 4,60%, dedicato a chi presenta fino a tre amici. E se si arriva a dieci, si vince un iPhone di ultima generazione. Questo è quanto ha illustrato il presidente di Banca Mediolanum Ennio Doris da Milano.

Come funziona? Presto detto. Dal 20 marzo, il conto di deposito InMediolanum offrirà nuovi tassi di interesse: subito un 4% e un ulteriore 0,20% per ogni amico che il cliente presenta alla banca fino a un massimo del 4,60%; tutti gli amici presentati riceveranno subito il 4,20% e un ulteriore 0,20% per ogni amico che introdurranno alla banca fino a un massimo del 4,60%. Una sorta di piramide, insomma. La campagna di fidelizzazione si chiama InMediolanum Friends e sfrutta lo stesso meccanismo del programma Member get member, ovvero l’operazione a premi varata nel 2007 che prevede una serie di riconoscimenti per i clienti presentatori.

La promozione resta in piedi fino al 30 giugno. Si può aderire tramite due canali: con il primo, Internet, il presentatore genera un codice promozionale che devono utilizzare i clienti presentati in fase di apertura; con il secondo, che invece è il family banker, presentatore e presentati sottoscrivono lo stesso coupon, che va allegato al contratto. Alla promozione è abbinato un concorso che prevede il conferimento di un iPhone 4S a chi presenta dieci nuovi clienti. La promozione farà leva anche su Facebook, oltre che su una massiccia campagna pubblicitaria che vede in Doris il testimonial.

Doris ha poi riepilogato i dati del conto InMediolanum. Da inizio maggio 2011 all’11 marzo 2012, ha raccolto 2,2 miliardi di euro lordi e 1,6 miliardi di nuovo cash. La media registrata è stata di 7 milioni al giorno, con un’accelerazione negli ultimi dieci giorni a 11 milioni. Doris ha ribadito il proprio ottimismo per il 2012 e ha fornito un aggiornamento sulla proprietà di Mediolanum, precisando che la famiglia Doris è al 40,5% mentre Fininvest – l’altro socio storico – è 36%.

A margine della presentazione, Doris ha risposto infine a una domanda dei cronisti su Fondiaria Sai, che “è un affare sia per un socio industriale sia per un socio finanziario: è un gruppo con grandi prospettive e notevoli possibilità di miglioramento. È una società che ultimamente ha avuto magari qualche problema”, ha detto ai giornalisti il presidente di Banca Mediolanum, “ma credo nel futuro di Fondiaria Sai che, ripeto, ha ottime prospettive”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, un semestre da campioni

Banca Mediolanum, la nuova forza è il consumer lending

Banca Mediolanum, la raccolta porta un record di masse

NEWSLETTER
Iscriviti
X