Banche, il Governo fa marcia indietro sulle commissioni

A
A
A
di Redazione 26 Marzo 2012 | 07:38
Dopo le dimissioni del vertice dell’Abi in segno i protesta, il Governo ha approvato un decreto legge con cui…

Le banche la spuntano sul fronte delle commissioni bancarie: dopo le dimissioni del vertice dell’Abi in segno i protesta, il Governo ha approvato un decreto legge con cui fa un passo indietro sull’eliminazione delle commissioni sui fidi, e ha introdotto un meccanismo di monitoraggio sull’ accesso al credito in particolare delle piccole e medie imprese. Ora gli organi collegiali dell’Associazione bancaria italiana – che ha già espresso soddisfazione e apprezzamento per il decreto – dovranno decidere se ritirare le dimissioni. Con la mossa del Governo “viene superato il rischio di un negativo impatto sull’ accesso al credito che avrebbe provocato effetti nocivi per le banche, le imprese, le famiglie”, ha commentato l’Abi. Si tratta di una notizia molto positiva per le banche, anche se abbastanza attesa, hanno commentato gli analisti di Intermonte, stimando che “l’eliminazione di queste commissioni avrebbe ridotto i ricavi del settore fino a dieci miliardi di euro”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti