Banco Desio, prorogate le indagini preliminari per ricettazione

A
A
A
di Redazione 4 Aprile 2012 | 06:55
Coinvolti l’amministratore delegato, il presidente e l’ex direttore generale della capogruppo…

La procura di Monza ha prorogato le indagini preliminari che vedono coinvolti l’a.d. Nereo Dacci, il presidente Agostino Gavazzi e l’ex direttore generale della capogruppo, Alberto Mocchi, con l’accusa di associazione a delinquere e ricettazione. Lo ha fatto sapere il cda dell’istituto di credito, che ha anche formalizzato la cessione, da parte della controllata Brianfid Lux SA, del 100% della banca controllata di diritto elvetico Credito Privato Commerciale SA, con sede a Lugano, a un operatore finanziario svizzero. Presso la Procura della Repubblica di Roma è in corso un procedimento penale , relativo a fatti avvenuti nel 2009, che riguarda ex-dipendenti del Credito Privato Commerciale stesso e del Banco Desio Lazio. Il Banco dice di essere venuto a conoscenza dell’indagine di Monza, conseguenza di “una denuncia verosimilmente depositata da un ex dipendente”, soltanto per notizie apparse sulla stampa il 30 settembre scorso. Il cda “ha confermato piena fiducia ai propri esponenti, invitandoli a fornire la massima collaborazione alla magistratura”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X