Sator e Palladio puntano il dito contro Unipol-FonSai

A
A
A
di Redazione 6 Aprile 2012 | 10:37
I fondi guidati da Matteo Arpe e Roberto Meneguzzo hanno depositato un documento relativo al progetto di Unipol che…

Nuovo attacco di Sator e Palladio al piano di integrazione tra Unipol, FonSai e le altre società della galassia Ligresti. I fondi guidati da Matteo Arpe e Roberto Meneguzzo hanno depositato all’Antitrust un documento relativo al progetto della compagnia bolognese segnalando “diversi profili ed effetti anticoncorrenziali”. La maxi fusione tra Unipol e le tre società della galassia Ligresti porterebbe una concentrazione nel mercato assicurativo con quote di mercato nel ramo danni attorno al 30%, con punte vicine al 40% nell’rc auto. Proprio su questo puntano il dito Sator e Palladio, che denunciano anche il ruolo di UniCredit e Medibanca nelle trattative: Piazzetta Cuccia, in forza dei suoi crediti subordinati nei confronti sia di Fonsai (1,05 miliardi) che di Unipol (400 milioni di euro), si qualifica come il più grande creditore del nuovo polo assicurativo, mentre UniCredit da parte sua, oltre ad essere un grande creditore dei Ligresti, è anche azionista di Fonsai con una quota del 6,6%, partecipazione che comportò l’adozione di presidi a tutela della concorrenza da parte dell’Antitrust a metà dello scorso anno.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti