La promozione sfreccia sul web

A
A
A
di Daniel Settembre 4 Maggio 2012 | 08:57
Massimo Giacomelli, responsabile del servizio di promozione finanziaria di Mps, fa il punto sulle novità online della rete

Il settore bancario, ha spiegato l’Abi, l’associazione bancaria italiana, che ha promosso l’agenda digitale nel Paese, crede fortemente nei benefici derivanti dalla digitalizzazione. E ci crede anche Mps, impegnata con concrete iniziative per la sua rete di promotori finanziari volte proprio in questa deriva 2.0. Oltre la carta, un processo di semplificazione grazie al quale si potranno ridurre tempi e costi burocratici.

“Ci stiamo focalizzando su un progetto per la nostra rete che si chiama Paschi Face”, ha spiegato a BLUERATING Massimo Giacomelli, responsabile del servizio di promozione finanziaria, “Un’interfaccia che permette al Promotore Finanziario di monitorare in tempo reale tutte le posizioni dei clienti”. Una piattaforma che consente non solo di avere un quadro completo del portafoglio della clientela, ma che attraverso varie funzionalità dà la possibilità al promotore di avere un quadro sempre aggiornato della sua posizione provvigionale, sia in termini di inquadramento che di singola operazione conclusa.

Attraverso Paschi Face il promotore potrà monitorare il raggiungimento sia dei propri obiettivi commerciali generali sia gli obiettivi specifici stabiliti nell’ambito del nostro sistema incentivante. Potrà inoltre gestire il proprio piano commerciale con la programmazione della propria attività di sviluppo e assistenza alla clientela. Grazie all’integrazione con l’agenda di outlook sarà possibile un’efficace gestione degli appuntamenti. “Siamo partiti il 18 gennaio con la posizione dei clienti”, ha ricordato Giacomelli, “e arriveremo alla dispositiva titoli sui fondi oicr a settembre, fino ad avere il rilascio completo indicativamente per la fine dell’anno”.

La piattaforma è stata pensata graficamente sia per smartphone che per tablet, il cui mercato è sempre più in crescita. “In questo momento lavoriamo intensamente per rispettare il piano di rilasci programmato e abbiamo avuto feedback positivi dal campione di promotori sottoposto alla fase test”, ha continuato Giacomelli. “Inoltre, proprio in direzione di una semplificazione dei processi operativi, ci avvarremo della web collaboration (una serie di servizi o applicativi che permettono di collaborare online con clienti oppure tra colleghi di lavoro, in tempo reale, n.d.r.) che punta all’integrazione tra Paschi Face, la piattaforma Advice e l’internet banking del cliente.

Il cliente potrà confermare attraverso il proprio internet banking le operazioni consigliate dal suo personal financial banker con l’eliminazione della modulistica cartacea”. Un processo che potrebbe aiutare allo svecchiamento dell’industria della promozione finanziaria, avendo la tecnologia nel proprio dna una componente giovanile ed innovativa. In questo senso diventano fondamentali gli investimenti che devono puntare non solo nel digitale, ma anche nella continua formazione.

“Un altro importante filone di sviluppo tecnologico della nostra banca è rappresentato da Personal Advice, la piattaforma attraverso la quale viene erogata la consulenza alla nostra clientela”, ha aggiunto Giacomelli. “A breve, attraverso Advice, estenderemo i servizi di consulenza avanzata anche ai rapporti fiduciari. Un ulteriore passo avanti che, insieme al completamento del percorso previdenziale, arricchirà la piattaforma Advice di una serie di consulenze che renderanno più completa la costruzione del portafoglio”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti