Mps, si dimette il sindaco di Siena Ceccuzzi

A
A
A
di Redazione 21 Maggio 2012 | 15:40
Sulla decisione hanno influito anche la situazione e le polemiche nella Fondazione Mps, di cui il Comune di Siena è maggiore azionista

Franco Ceccuzzi (Pd) si è dimesso da sindaco di Siena dopo un anno dall’inizio del mandato a seguito della spaccatura della maggioranza in consiglio che ha portato a una prima bocciatura del bilancio. Ma sulla decisione hanno influito anche la situazione e le polemiche nella Fondazione Mps, di cui proprio il Comune di Siena è principale azionista. Lo ha comunicato lo stesso Ceccuzzi, che nei mesi scorsi ha invocato discontinuità nella gestione della banca e della Fondazione spingendo per la nomina ai vertici di Mps di Alessandro Profumo alla presidenza (al posto di Giuseppe Mussari) e di Fabrizio Viola come amministratore delegato (al posto del dg Antonio Vigni). “Dopo aver profuso, fino a pochi istanti fa, un impegno incessante alla ricerca della continuità del mandato amministrativo con rammarico devo prendere atto che, all’interno del Consiglio Comunale, non esiste più la maggioranza uscita dal responso elettorale dodici mesi fa”, ha spiegato il sindaco uscente. “Per questo ho deciso di consegnare al segretario generale del Comune di Siena le mie dimissioni, per rispetto istituzionale di fronte ai cittadini e all’intera città”. Questa mattina si sarebbe dovuto svolgere il consiglio comunale, dove il sindaco avrebbe dovuto portare il bilancio consuntivo del 2011, già bocciato una prima volta lo scorso 28 aprile con i voti contrari di sette esponenti del Pd.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti