Apf: i promotori finanziari sono sempre più necessari

A
A
A
di Maria Paulucci 1 Giugno 2012 | 14:00
La professione è tra quelle che avranno i maggiori tassi di crescita nell’immediato futuro

È tempo di bilanci per l’Apf, che venerdì in Senato ha presentato il nuovo rapporto annuale. Nel terzo anno di operatività, l’Organismo per la tenuta dell’Albo ha consolidato l’organizzazione con l’avvio dell’attività delle nuove sezioni territoriali a Roma e Milano, ha potenziato i servizi per promotori e aspiranti e ha definito le linee guida di un piano per valorizzare il ruolo e l’attività del promotore attraverso la comunicazione e la formazione. Inoltre, ha realizzato un sistema informatico proprietario per la gestione della prova valutativa e ha intensificato l’interazione con le istituzioni di riferimento, ossia il ministero dell’Economia, la Banca d’Italia, la Consob e l’Isvap.

La promozione finanziaria è “da sempre è una professione in evoluzione, l’andamento dell’economia ne accentua la necessità e si stanno aprendo opportunità di sviluppo”, ha dichiarato Giovanna Giurgola Trazza, presidente dell’Organismo (nella foto, n.d.r.). “Recenti ricerche, realizzate in particolare dagli Stati Uniti, che tipicamente anticipano le tendenze in Europa, indicano la professione tra quelle con i maggiori tassi di crescita nell’immediato futuro. Far conoscere e valorizzare la professione è un obiettivo prioritario dell’Organismo nell’interesse dei risparmiatori. Dobbiamo inoltre contribuire a definire regole e strumenti che consentano alla categoria di essere pronta alle nuove domande del mercato e alle reti di poter contare su professionisti di qualità”.

Nel 2011 l’Organismo, sulla base degli indirizzi definiti dall’assemblea degli associati, ha delineato le linee generali per rivalutare il ruolo professionale e sociale del promotore. Obiettivi: diffondere la conoscenza delle competenze e dei servizi resi appunto dai promotori, sostenere i giovani nell’accesso e nell’esercizio della professione e adeguarsi all’evoluzione del mercato dei servizi finanziari e della normativa. Due le aree d’intervento: la comunicazione e la formazione.

La formazione, in particolare, coinvolge l’intero ciclo di vita professionale del promotore. Con il contributo di Abi, Assoreti e Anasf, si sono individuati tre percorsi formativi: e-learning per la preparazione alla prova d’idoneità, master di primo livello con apprendimento pratico per i neoiscritti all’Albo, corsi di specializzazione e aggiornamento professionale nell’ambito della formazione continua. I primi due progetti sono in fase avanzata di studio e di formalizzazione delle ipotesi di lavoro. Per le iniziative relative ai promotori consolidati, Apf ha avviato le necessarie interazioni con le autorità competenti.

Nel 2011 è stato potenziato il portale www.albopf.it, che offre informazioni sull’attività dell’Organismo con servizi utili a promotori e aspiranti. In totale, il portale ha contato nell’anno 2,7 milioni di accessi. Il consolidamento dell’organizzazione ha incluso le analisi e gli interventi per l’adozione di un modello di organizzazione, gestione e controllo come strumento di prevenzione e sensibilizzazione nei confronti del personale di Apf e di tutti gli altri soggetti interessati. Potenziata infine l’attività di controllo attraverso 1.500 verifiche dei requisiti di professionalità e onorabilità e sugli obblighi di comunicazione degli iscritti e dei soggetti abilitati ai sensi degli articoli 103 e 103-bis del Regolamento intermediari Consob. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X