Svizzera, la Fondazione Bruno Manser denuncia Ubs

A
A
A
di Redazione 12 Giugno 2012 | 13:17
Secondo l’organizzazione, il colosso bancario avrebbe accettato soldi frutto di corruzione, violando…

Guai in vista per Ubs. Secondo quanto riporta la stampa svizzera, la Fondazione Bruno Manser avrebbe accusato il colosso bancario elvetico di aver accettato i soldi di un politico arricchitosi grazie al disboscamento delle foreste tropicali sull’isola del Borneo. L’organizzazione impegnata per la salvaguardia delle foreste pluviali avrebbe infatti inoltrato una denuncia penale al Ministero pubblico di Zurigo su 90 milioni di dollari che Musa Aman, capo del governo dello stato di Sabah – situato nella parte del Borneo che appartiene alla Malesia – avrebbe riciclato attraverso la grande banca svizzera.

Secondo la Fondazione, una persona vicina a Musa Aman avrebbe aperto presso Ubs diversi conti, intestati a varie persone, sui quali sono state versate le mazzette ricevute da grandi società del legno in cambio di concessioni per il disboscamento e l’esportazione di legname tropicale. Ubs avrebbe dunque accettato soldi frutto di corruzione, violando le norme penali svizzere contro il riciclaggio di denaro. “Su tutti i mercati la banca si attiene alle leggi e alle regole vigenti. Quando vengono scoperti soldi di provenienza illegittima, l’istituto è tenuto segnalare il caso alle autorità competenti”, ha commentato il portavoce di Ubs, Yves Kaufmann.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti