Promotori finanziari, un ufficio tutto nuovo a Firenze per Mps

A
A
A
di Maria Paulucci 21 Giugno 2012 | 14:01
Lo presenta il general manager Ferdinando Buonaccorsi (nella foto). Ecco chi ci lavorerà

A Firenze, l’apertura del nuovo ufficio di coordinamento della Toscana avviene una manciata di giorni prima della presentazione, a Siena, del piano d’impresa. Un piano che, captando le sensazioni e percependo il tono positivo con cui diversi manager della rete parlano del futuro, non dovrebbe riservare amare sorprese alla divisione di promozione finanziaria. “Abbiamo chiuso il 2011 con oltre un miliardo di masse gestite nell’area del centro nord”, riepiloga con BLUERATING il general manager Ferdinando Buonaccorsi, responsabile di Emilia Romagna, Toscana, Marche e Umbria. “Negli ultimi cinque anni la nostra area ha registrato una crescita significativa, quadruplicando la raccolta”.

L’inaugurazione dell’ufficio, mercoledì 20 giugno, è andata “oltre le nostre aspettative. Abbiamo registrato la presenza di circa 300 clienti, che dalle 18.30 hanno potuto visitare le splendide sale della palazzina liberty, apprezzare le sculture e i quadri di noti artisti locali, oltre a partecipare a seminari interattivi organizzati da due case di investimento partner: Swiss&Global Asset Management, che si è focalizzata sulla tematica “mercati tra ragione e sentimento” sviluppando concetti di finanza comportamentale, e Franklin Templeton, che ha illustrato le opportunità di investimento offerte dai trend dei mercati globali”.

L’ufficio di coordinamento sarà il cuore pulsante della Toscana: “Si trova in viale Gramsci, in una location di grande impatto in termini di layout”, sintetizza Buonaccorsi, “e conta 20 personal financial banker di alto standing, con asset complessivi pari a circa 200 milioni, risultando il principale presidio di Mps Promozione Finanziaria dell’area centro, strategico anche per lo sviluppo del business nella regione Toscana”.

La sede consente alla promozione finanziaria di Mps, che in Toscana gioca praticamente in casa, di fare un salto in avanti. “Dall’inizio dell’anno abbiamo organizzato diversi incontri tematici con i migliori professionisti fiorentini, anche grazie alla collaborazione delle società prodotto partner che ci permettono di presentare ai nostri clienti un modello di offerta ad architettura aperta”. Così, nella palazzina liberty si stanno consolidando relazioni e contenuti. Anche perché il salotto finanziario è diventato un incontro settimanale.

“Il presidio fiorentino”, ribadisce Buonaccorsi, “è anche il trampolino per lo sviluppo della rete. Oggi tra Firenze e provincia operano, nelle varie reti, 700 promotori finanziari, senza contare i consulenti private e i bancari. La promozione finanziaria di Mps punta nel capoluogo toscano al raddoppio della struttura, con altri 20 promotori per altri 200 milioni di masse in due anni”. Nel mirino dei cacciatori di teste Mps ci sono, ancora una volta, i professionisti di alto standing. Chi c’è, intanto, nella sede di Firenze? Responsabile dell’ufficio è la city manager Marina Magni; Paolo Palmieri è l’altro manager che opera in città. Fra i 20 promotori, Buonaccorsi segnala in particolare Massimo Barblan ed Emanuele Guiducci, membri del Top Club di Mps.

Dal momento che sotto la responsabilità di Buonaccorsi c’è anche l’Emilia Romagna, gli chiediamo: cos’è cambiato dopo lo sconquasso dei terremoti? Lui ci risponde: “I nostri promotori finanziari, pur con tutti i disagi e i problemi, tengono duro e continuano a operare. Hanno dimostrato una capacità di reazione straordinaria. Un caso su tutti è quello della nostra Cristina Bergamini, che si è spostata da Modena a Bologna senza mai smettere di lavorare”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X