Unicasim, dal trading al risparmio gestito

A
A
A
di Redazione 6 Luglio 2012 | 13:30
La vita e le operazioni di un intermediario innovativo nel suo genere

La storia di Unicasim, società indipendente che non appartiene ad alcun gruppo bancario o assicurativo e che proprio grazie alla netta separazione tra collocamento e “fabbrica” dei prodotti finanziari o assicurativi si propone di tutelare l’interesse di clienti, promotori e azionisti, risale agli anni Novanta, proprio come la sua presenza sulla Borsa di Milano quale intermediario finanziario. Era infatti il 1994 quando Massimo Sivori avviava l’attività come agente di cambio presso la Borsa di Genova, emergendo fin dall’inizio come un’importante realtà nel settore del trading (già nel 1998 lo studio, ormai trasformato nella Sivori & Partners sim, aprì la sua prima trading room, tuttora attiva, con un’ottantina di postazioni).

Dal 2004, con lo sviluppo di una piattaforma proprietaria di trading professionale, la società inizia a corteggiare gli operatori specializzati nello scalping, prima di aprire una dipendenza a Milano (che si aggiunge a quelle già attivate a Chiavari e Savona) e allargare l’attività in conto proprio attrezzando nella capitale finanziaria italiana un nuovo desk altamente specializzato nel mercato obbligazionario. I tempi stanno però cambiando e nuovi soci si avvicendano: se nel 2006 Banca Aletti acquisisce una partecipazione del 10%, tre anni dopo è C&A Consulenti Associati Spa a rilevare, dai soci storici, il pacchetto di controllo della sim aumentandone il capitale e modificandone la denominazione sociale in Unicasim sim Spa. Attualmente Unicasim, guidata dall’amministratore delegato e presidente Leonardo Frigiolini e dal direttore generale Carlo Pittaluga (nel gruppo fin dal 1999 con incarichi di crescente responsabilità), opera sui mercati finanziari anche tramite i propri operatori professionali abilitati, dando alla propria clientela la possibilità di utilizzare una piattaforma professionale proprietaria: il cliente di Unicasim può quindi operare in Borsa sia attraverso postazioni dedicate presenti nella trading room sia utilizzando connessioni Internet remote.

Recentemente, Unicasim ha deciso di ampliare l’offerta di prodotti di risparmio gestito dando vita a una rete di promotori finanziari dedicati alla consulenza e alla pianificazione finanziaria e aprendo una serie di uffici dei promotori finanziari sul territorio nazionale. Secondo gli ultimi dati disponibili presso l’Albo nazionale dei promotori finanziari italiani, al momento la rete di Unicasim si compone di 43 personal financial planner operanti su tutto il territorio nazionale: oltre a due promotori in Liguria, Unicasim è presente in Piemonte con sette uomini, in Lombardia con quattro, in Friuli Venezia Giulia con due professionisti, in Toscana con altri quattro uomini, in Umbria e in Emilia Romagna con un promotore per regione. E poi ancora: la casacca di Unicasim si ritrova anche nelle Marche (cinque promotori), nel Lazio (con ben nove professionisti), in Campania (con altri sette pf) e perfino in Calabria (dove risulta risiedere un promotore finanziario con mandato di Unicasim).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

L’a.d. Avidano: “Il progetto Unicasim va avanti”

Banca Aletti è uscita da Unicasim

Frigiolini & Partners completa la squadra

NEWSLETTER
Iscriviti
X