Spacciava titoli ad alto rischio per prodotti assicurativi: denunciato

A
A
A
di Redazione 9 Luglio 2012 | 09:46
E’ successo a Pesaro, dove i militari del Nucleo di polizia tributaria hanno scoperto che un uomo si fingeva…

L’OPERAZIONE – Proponeva e collocava presso clienti ignari, in maniera illecita, prodotti assicurativi e polizze vita che in realtà nascondevano investimenti ad alto rischio finanziario. Smascherato dai militari del Nucleo di polizia tributaria di Pesaro e denunciato per esercizio abusivo dell’attività di intermediazione assicurativa, ora rischia, in caso di condanna, una pena da sei mesi a due anni di carcere e una multa fino a 100mila euro.

IL GIRO DEL FUMO – La vicenda riguarda un uomo residente a Pesaro, che si dichiarava promotore finanziario e faceva sottoscrivere a ignari clienti investitori, senza fornire complete e precise informazioni, polizze assicurative sulla vita emesse da un’impresa di assicurazione di diritto irlandese, che opera nella Repubblica Italiana attraverso un’agenzia di intermediazione di Pesaro, come spiega una nota della Gdf. L’operazione delle fiamme gialle, denominata Moneybox, ha permesso di accertare che l’uomo non era iscritto al registro professionale, e nonostante ciò collocava prodotti sin dal 2004.

I CLIENTI SI FIDAVANO DI LUI – Nel corso delle indagini, si legge in una nota pubblicata sul sito web della Guardia di Finanza, sono state esaminate diverse polizze e sentiti i sottoscriventi, i quali hanno riferito di conoscere il falso intermediario, di fidarsi di lui e di non aver mai approfondito la conoscenza del prodotto assicurativo sottoscritto.  Solamente con l’andare del tempo vedendo il proprio capitale diminuito, “i beneficiari hanno iniziato a richiedere delucidazioni su quanto sottoscritto, scoprendo che si trattava di investimenti finanziari ad alto rischio camuffati come prodotti vita”. Attualmente, conclude la Gdf, sono in corso accertamenti per individuare tutti i soggetti sottoscrittori, che si presume abbiano subito perdite per importi rilevanti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti