Assoreti, fondi e polizze trainano la raccolta di aprile

A
A
A
di Andrea Telara 31 Maggio 2017 | 11:44
Nel mese scorso le imprese associate ad Assoreti hanno registrato flussi netti positivi per 2,8 miliardi grazie soprattutto ai prodotti del risparmio gestito.

Continua l’andamento positivo della raccolta delle reti di consulenti finanziari. Ad aprile, l’associazione di categoria Assoreti registra flussi netti positivi pari a 2,8 miliardi di euro: la raccolta sui prodotti del risparmio gestito ammonta a poco meno di 2,7 miliardi e rappresenta quasi il 96% dei flussi netti mensili, mentre il saldo delle movimentazioni sui prodotti amministrati è positivo per 119 milioni di euro.

La raccolta netta realizzata attraverso la distribuzione diretta di quote di Oicr è positiva per 1,6 miliardi di euro, confermando il trend osservato in questo avvio di anno che vede le gestioni collettive in cima alle preferenze dei risparmiatori clienti dalle reti. Di questi, circa il 62% è investito in Oicr aperti esteri, con volumi pari a 1 miliardo di euro, la raccolta netta in fondi aperti di diritto italiano si attesta su 301 milioni di euro, mentre il bilancio complessivo dei fondi chiusi mobiliari è positivo per 309 milioni. Le risorse destinate al comparto assicurativo/previdenziale ammontano a 885 milioni di euro, con la concentrazione dei premi netti sui prodotti a maggiore contenuto finanziario. In particolare, le polizze multi-ramo fanno registrare i maggiori volumi di raccolta netta, per un totale di 407 milioni di euro, mentre le unit linked, pur con flussi netti più contenuti (344 milioni di euro), confermano la propria prevalenza in termini di premi lordi versati (1,1 miliardi di euro). Il bilancio mensile sulle gestioni patrimoniali individuali è positivo per 182 milioni di euro: gli investimenti netti sulle Gpm ammontano a 110 milioni mentre quelle sulle Gpf risultano pari a 72 milioni di euro.

Il contributo mensile delle reti al sistema degli Oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si attesta, pertanto, su un ammontare prossimo ai 2,2 miliardi di euro, pari al 30,2% delle risorse nette totali confluite nel sistema fondi (7,1 miliardi di euro). Dall’ inizio dell’anno, l’apporto delle reti sale a quasi 10 miliardi di euro, rappresentando il 42,9% degli investimenti netti complessivi realizzati sulle gestioni collettive aperte. La raccolta netta realizzata sui titoli in regime amministrato è negativa per quasi 1,1 miliardi di euro. I dati evidenziano la prevalenza degli ordinativi di vendita su quasi tutte le tipologie di strumenti finanziari; il saldo delle movimentazioni è positivo, invece, per gli Etf e per gli strumenti del mercato monetario. La raccolta di risparmio sotto forma di liquidità è pari a quasi 1,2 miliardi di euro.  A fine mese i clienti primi intestatari dei contratti salgono a 3,919 milioni. Il numero di consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede con mandato dalle società rientranti nell’indagine dell’Assoreti, è pari a 22.476 unità (25.015 unità per l’intera compagine – dato stimato); di questi, 22.137 cf risultano effettivamente operativi, cioè hanno un portafoglio maggiore di zero.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X