Banche europee in fuga dagli Stati Uniti

A
A
A
Avatar di Redazione 23 Luglio 2012 | 08:36
Secondo quanto scrive il Financia Times gli asset americani in mano alle banche tedesce sono scesi a 267 miliardi di dollari dai…

FUGGI FUGGI – La crisi continua a produrre i suoi effetti. Da quando è iniziata la crisi finanziaria nel 2008 dopo il fallimento di Lehman Brothers, le banche europee si sono ritirate dagli Stati Uniti. Secondo quanto scrive il Financial Times, gli asset delle banche dell’eurozona nel Paese oltreoceano si sono infatti ridotti di 540 miliardi di dollari, attestandosi a circa 973 miliardi di dollari alla fine di marzo dai 1.510 miliardi del settembre 2007.

AI MINIMI DAL 2005 – La cifra è il livello più basso dal 2005. Il quotidiano britannico sottolinea che gli asset americani in possesso delle banche tedesche sono scesi, alla fine di marzo, a 267 miliardi di dollari dai 427 miliardi di dollari del 2007, mentre quelli dell banche francesi si sono ridotti a 373 miliardi di dollari dai 420 miliardi di dollari del dicembre 2007. Le banche irlandesi hanno ridotto i loro asset americani a 3,6 miliardi di dollari dai 130 miliardi di dollari del settembre 2008.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Settore bancario europeo, un futuro messo a dura prova

Banche europee ancora poco attraenti, il Covid (ri)mette in luce le debolezze

Banchieri in Europa, una poltrona che scotta

NEWSLETTER
Iscriviti
X