Bnp Paribas, un’infornata di nuovi certififcati

A
A
A
di Redazione 23 Luglio 2012 | 14:29
Tutti i nuovi bonus cap scadranno il 21 dicembre 2012, con una vita complessiva di soli 5 mesi a fronte di rendimenti che…

Venerdì 20 luglio sono stati quotati sul mercato Sedex di Borsa Italiana i nuovi certificati bonus cap targati Bnp Paribas. La nuova gamma di prodotti si caratterizza per un elemento particolarmente favorevole in questa fase di mercato: il limitato tempo richiesto dall’investimento, specialmente se confrontato con i rendimenti massimi potenziali che i Certificate potrebbero riconoscere agli investitori.

Tutti i nuovi bonus cap scadranno il 21 dicembre 2012, con una vita complessiva che dunque si aggirerà a solo 5 mesi a fronte di rendimenti che ai valori attuali di Borsa superano la doppia cifra. Un ulteriore vantaggio di questa categoria di prodotti è quello di poter guadagnare, grazie al premio riconosciuto a scadenza, anche qualora il sottostante del Certificate accusi nello stesso periodo delle flessioni in Borsa. Unica condizione richiesta è che nel corso della vita del Certificate il sottostante non scivoli mai sotto la Barriera.

I prodotti sbarcati a Piazza Affari lo scorso 20 luglio offrono in tal senso un’interessante opportunità. La discesa dei corsi azionari degli ultimi mesi ha fatto scivolare molti titoli su valori vicini ai loro minimi storici. Ecco dunque che la decisione del gruppo francese di fissare l’evento Barriera per tutti i nuovi Bonus Cap al 70% del valore di valutazione iniziale rilevato alla chiusura del 12 luglio permette agli investitori di poter prendere posizione partendo già da valori interessanti. La decisione di puntare su prodotti aventi come sottostanti i maggiori titoli del comparto bancario europeo rappresenta un ulteriore elemento che potrebbe giocare a favore dell’investitore.

Se infatti questa tipologia di certificate consente di guadagnare dal proprio investimento anche nel caso di limitate flessioni del sottostante, un’eventuale ripresa dei mercati finanziari nei prossimi mesi vedrebbe il mercato bancario tra i comparti probabilmente più brillanti. Ultimo punto di forza di questa nuova gamma è rappresentato dalla diversificazione geografica data dalla possibilità di investire su sottostanti di istituti di credito italiani, francesi, tedeschi e spagnoli. La possibilità di poter allocare in diversi Paesi le proprie risorse serve da un lato a ridurre il rischio complessivo dell’intero portafoglio e dall’altro a trarre vantaggio dagli specifici punti di forza dei singoli Paesi.

I DETTAGLI DELLA NUOVA GAMMA DI BONUS CAP:

Articolo tratto dalla newsletter Le Opportunità in Borsa: leggi tutte le news!
Per andare subito alla homepage del sito: www.prodottidiborsa.it.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti