Rbs conferma: diversi licenziamenti innescati dal Liborgate

A
A
A
di Redazione 3 Agosto 2012 | 07:51
L’istituto di credito ha dichiarato di aver licenziato un certo numero di impiegati per inadempienze a seguito delle indagini che…

DIVERSI IMPIEGATI TRAVOLTI DALLO SCANDALO – Sono cadute diverse teste in Rbs a seguito dell’inchiesta sulla manipolazione dell’indice Libor, che ha travolto l’istituto controllato all’82% dal governo britannico insieme ad altri colossi bancari internazionali. Lo ha confermato la stessa Royal Bank of Scotland – ancora sotto indagine da parte delle autorità di controllo – spiegando di aver licenziato un certo numero di impiegati per inadempienze dopo lo scandalo.

UTILE IN CALO E NUOVI ACCANTONAMENTI – Il mese scorso alcune indiscrezioni di stampa avevano parlato del licenziamento di quattro trader legati a questo caso. Rbs ha anche annunciato di aver chiuso il primo semestre con un utile operativo di 1,83 miliardi di sterline, in calo dagli 1,97 miliardi di un anno prima e ha confermato ulteriori accantonamenti per 135 milioni di sterline per compensare i clienti a cui erano state vendute in modo non appropriato assicurazioni sui prestiti.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Il wm sostiene i conti di Rbs

RBS sceglie LivePerson per migliorare il servizio clienti con gli “hybrid bots”

Rbs perde 6,5 miliardi di sterline, ma il titolo vola in borsa

NEWSLETTER
Iscriviti
X