Promotori, l’utile di Cattolica cresce a doppia cifra

A
A
A

La compagnia ha chiuso i sei mesi con un risultato di 32 milioni di euro, +28% su anno. Gli sportelli che collocano prodotti del gruppo sono 5.966, e i pf 937…

Avatar di Redazione9 agosto 2012 | 06:45

UTILE IN CRESCITA – E’ cresciuto del 28% su anno nel primo semestre 2012 l’utile netto consolidato di Cattolica Assicurazioni, attestandosi a 32 milioni di euro. Lo ha annunciato la stessa compagnia, sottolineando che, al nettto delle svalutazioni straordinarie su titoli in portafoglio per 11 milioni, il risultato netto sarebbe stato pari a 43 milioni.

RACCOLTA VITA E DANNI – La raccolta premi consolidata si è attestata invece a 1,79 miliardi di euro, con il ramo danni in crescita del 3,6% a 857 milioni di euro e il ramo vita in calo del 25,8% a 926 milioni. In calo al 96,1% il combined ratio  (rapporto costi/premi) rispetto al 97,4% del 30 giugno 2011, con un margine di solvibilità pari a 1,45 volte il minimo regolamentare, in miglioramento rispetto a fine 2011 (1,25 volte).

LA RETE DISTRIBUTIVA – Quanto alla rete distributiva di Cattolica, è proseguito nel semestre il processo di razionalizzazione delle agenzie, che a fine giugno erano in tutto 1.393 agenzie. Gli sportelli di istituti bancari che collocano prodotti del gruppo sono 5.966, e i promotori finanziari 937. Per la seconda parte del 2012 la compagnia prevede un consolidamento del risultato della gestione danni e vita, anche se il protrarsi della forte volatilità dei mercati finanziari determinerà la necessità di proseguire nella gestione degli investimenti ispirata a criteri di elevata prudenza.

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE –Cattolica registra un miglioramento dei suoi conti complessivi in un periodo fortemente segnato dalla crisi economica nazionale ed internazionale”, ha osservato il Paolo Bedoni. “E’ la conferma di una solidità industriale in cui si innestano scelte di innovazione e di sviluppo che puntano ad accrescere la capacità competitiva del nostro gruppo in un mercato sempre più selettivo. In tal modo Cattolica si dimostra capace di reggere all’impatto della crisi e al tempo stesso di essere pronta a cogliere le opportunità di una ripresa dell’economia che ci auguriamo non lontana”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cattolica, il nuovo piano punta sul bancassurance

Nasce H-Campus, il polo dell’innovazione di H-Farm con Cdp e Cattolica Assicurazioni

Cattolica Assicurazioni, Atanasio Pantarrotas è il nuovo responsabile pianificazione e controllo

Ti può anche interessare

Un anno miliardario per Allianz Bank FA

La banca rete guidata da Paola Pietrafesa si  appresta a chiudere l’anno con una raccolta di 3 mi ...

Pesca grossa da Mps per Banca Euro

Due importanti professioniste entrano a far parte del wealth management in Toscana ...

Generali lungo il canale

Avanti piano (ma avanti) all’interno di un canale rialzista ...