A Singapore è più bello fare il banchiere

A
A
A

Secondo una ricerca della società di reclutamento Astbury Marsden, il 31% degli intervistati hanno scelto la città asiatica…

Daniel Settembre di Daniel Settembre27 agosto 2012 | 08:03

SINGAPORE VS NEW YORK – Secondo una ricerca della società di reclutamento Astbury Marsden, i banchieri del Regno Unito preferiscono lavorare a Singapore piuttosto che a New York o Londra (solo seconda e terza nella classifica). Secondo l’annuale studio “Preferred Location Survey”, ben il 31% degli intervistati ha infatti indicato la città asiatica come loro meta preferita, seguita dalla Grande Mela (il 20%) e dalla City (19%).

L’ASIA È LA NUOVA AMERICA – Il 60% dei banchieri ha inoltre indicato la regione Asia-Pacifico come il più grande centro finanziario dei prossimi dieci anni. “Crescita rapida, tasse contenute e banche “amichevoli” sono tra i fattori fondamentali di questa scelta”, ha spiegato Mark Cameron, ceo di Astbury Marsden. La crisi finanziaria, sempre secondo il manager, ha influenzato significativamente i centri finanziari occidentali. Tutto a beneficio degli istituti asiatici.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum, il ruolo sociale del banker

Credem, virata fintech per lo sconto dinamico

Hsbc si prepara a tagliare 35.000 posti di lavoro

Mediolanum: il 2020 inizia col botto, in attesa dei Pir

Truffe bancarie, rimborsi anticipati

La vecchia banca perde valore

Mediolanum: i consigli al cf per spiegare i multipli ai clienti

Banche, ecco le pagelle della Bce

Fineco racconta la sua Mifid 2

Allianz Bank FA, i “top level” di Neuberger per i clienti

Doris e Nagel, sposi perfetti

Banche, il rendimento è sempre più giù

Mediolanum chiude il 2019 in bellezza: super raccolta e bonus per i fb

Reti Champions League: Mossa-Rebecchi, la finale degli invincibili

Banche, Fabi propone patto occupazione

Fineco, 3 scelte di cui essere fieri

Stangata sul Monte Paschi

Banche, una leva da far paura

Banche, gli utili d’oro non fermano i tagli

Banca Generali, nuova offerta Etica per i consulenti

Banche, incubo margini

Mediolanum, gran reclutamento a ottobre

Unicredit, 1 miliardo per la sostenibilità

Banche, il fintech ammazza i ricavi

Widiba, contaminazione salentina

Consulenti, il fascino discreto della filiale

Banche, primi passi verso Basilea 3

Le banche italiane aumentano la liquidità con il tiering della Bce

Banche, 9 miliardi di utili ma meno dipendenti

Allianz Italia, raccolta sugli scudi nel 2019

Mediolanum, Doris promette un utile 2019 da record

Mediolanum, il trimestre regala masse record e dividendo

Rendiconti ex Mifid 2 e trasparenza, Mps in prima linea

Ti può anche interessare

Credem, wealth management a tutto reclutamento

Credem si lascia alle spalle i primi nove mesi dell’anno con conti positivi. Per il futuro, c& ...

Banca Mediolanum, raccolta negativa a settembre

Positivi invece i dati sul gestito e i flussi netti dall'inizio dell'anno, pari a 2,6 miliardi ...

IWBank PI, l’evoluzione è adesso

Lo scorso febbraio si concludeva “Now”, la convention che di fatto definiva obiettivi e ambizion ...