Banco Popolare: utile netto in forte calo, core tier 1 al 10,2%

A
A
A
di Redazione 29 Agosto 2012 | 06:33
Il risultato risente soprattutto l’impatto netto negativo delle variazioni del merito creditizio

UTILE IN CALO – Il Banco Popolare ha chiuso il primo semestre dell’anno con un utile di 29 milioni contro i 189,6 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso. A pesare sui conti, l’impatto negativo per 142 milioni delle variazioni del merito creditizio. Escludendo quest’ultima voce di bilancio, spiega la nota dell’istituto, la semestrale registra un utile netto consolidato di 171,3 milioni, in crescita del 2,7% rispetto ai 166,9 dell’anno precedente.

NEL DETTAGLIO – L’andamento economico della gestione evidenzia un margine di interesse in crescita del 2,9% su anno a 916,7 milioni, grazie alle politiche di repricing che hanno compesato il calo dei volumi e l’aumento del costo della raccolta. Bene anche le commissioni nette, con un +3,5% a 678,2 milioni. Gli oneri operativi sono in calo del 3,3% a 1.169,6 milioni. A fine giugno, il portafoglio dei titoli governativi italiani ammonta a 11,9 miliardi dagli 11,6 di fine marzo.

INDICE PATRIMONIALE
– Per quanto riguarda la solidità patrimoniale, il Banco Popolare ha raggiunto a fine giugno un core tier 1 ratio del 10,2% dal 7,1% di inizio anno, superiore al livello richiesto dall’Eba, l’autorità bancaria europea. Il risultato beneficia in particolare dell’adozione dei modelli interni nella misurazione dei rischi di credito e di mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X