Bper come le altre, utile netto in forte calo

A
A
A
di Redazione 29 Agosto 2012 | 07:21
Secondo la nota della Banca popolare dell’Emilia Romagna, il margine di intermediazione è salito di circa il 4,2%, sostenuto dal…

UTILE IN CALO – Il consiglio d’amministrazione di Bper ha esaminato ed approvato i numeri dei primi sei mesi del 2012. La Banca Popolare dell’Emilia Romagna ha registrato un utile netto consolidato in calo del 19,6% su base annua a 77,2 milioni e un utile netto della capogruppo pari a 82,8 milioni (+3,3% annuo). Numeri che hanno dovuto fare fronte non solo a un contesto macroeconomico difficile, ma anche un evento straordinario come il terremoto che ha colpito il tessuto socioeconomico dell’Emilia Romagna nel maggio scorso.

NEL DETTAGLIO – Secondo quanto si legge nella nota, inoltre, lo stesso istituto spiega che, considerando i dati pro-forma, i risultati migliorano sensibilmente e si attestano rispettivamente a 107,6 milioni (+12%) e 108,7 milioni (+35,8%). Il margine di intermediazione e’ pari a 1.084,1 milioni (+4,2%) sostenuto dal risultato positivo dei ricavi caratteristici e della finanza.

RECESSIONE PESA SUL 2012 – Si consolida infine il progetto di rafforzamento patrimoniale, con un Core Tier 1 ratio all’8,07% (a fronte del 7,83% di fine 2011). Per quanto riguarda l’outlook per il resto dell’anno, sulle prospettive di Bper pesano l’impatto della dase recessiva e i timori sulla stabilità del sistema finanziario.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X