Mps: l’a.d. Viola la rimetterà in piedi, costi quel che costi

A
A
A
di Daniel Settembre 31 Agosto 2012 | 08:50
Il gruppo aveva annunciato il 28 agosto una perdita netta nel semestre di 1,6 miliardi. Secondo il numero uno della banca senese per fine 2012 sarà disegnato…

FARE PRESTO – L’amministratore delegato di Mps, Fabrizio Viola, sembra avere le idee chiare: “per fine 2012 sarà disegnato il perimetro operativo, che realizzeremo nella prima parte del prossimo anno”. E quando il gruppo sarà tornato “appetibile, dopo il 2014, allora penso che l’ingresso di uno o più nuovi azionisti stabili costituisca un fatto positivo”. Lo ha detto il numero uno della banca senese al quotidiano il Sole 24 Ore.

SEMESTRALE SCORAGGIANTE – D’altronde Mps arriva da una semestrale che ha registrato una perdita di 1,6 miliardi, gravata da svalutazioni di pari entità. Ma Viola, anche in questo caso, non si perde d’animo e manda segnali incoraggianti: “Sono determinato a far uscire la banca da questa situazione. In meno di due mesi da quando abbiamo presentato il piano industriale (vai qui per scoprire tutti i dettagli del piano), ci siamo impegnati pancia a terra per creare le condizioni necessarie a raggiungere gli obiettivi”, ha spiegato l’a.d., “e ora daremo un colpo d’acceleratore e sono certo che anche il mercato reagira positivamente”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, i 2 paperoni di Widiba

Creval e Unicredit proseguono con le pulizie di bilancio

Intermobiliare, si avvicina la cessione

NEWSLETTER
Iscriviti
X