Unipol-FonSai: partono in sordina le aste dell’inoptato

A
A
A
di Redazione 4 Settembre 2012 | 06:30
Ieri nella prima delle cinque sedute previste dal calendario della Borsa soltanto pochi titoli sono stati venduti, per un valore totale di…

AL VIA L’INPOTATO – Partita l’asta dell’inoptato degli aumenti di capitale di FonSai e Unipol. Ieri è stata la prima delle cinque giornata previste. Un inizio stentato: venduti un totale di circa 70mila euro, per la maggior parte relativi ai diritti della compagnia bolognese.

NEL DETTAGLIO – Durante l’asta, che si è svolta tra le otto e le nove di mattina, sono stati collocati 975 diritti su 1 milione 154 mila messi in vendita per le azioni ordinarie FonSai, 6mila su 993mila diritti per azioni di risparmio FonSai, 3mila su 5milioni 735mila diritti relativi alle azioni ordinarie Unipol e, infine, 25mila su 7milioni 408mila diritti delle azioni privilegiate Unipol.

L’AMMONTARE – Nel complesso, l’inoptato dei due aumenti, chiusi lo scorso 1 agosto, riguarda un controvalore di 665 milioni di euro circa, che, in caso di mancata sottoscrizione, andrebbe a carico delle banche del consorzio di garanzia, guidato da Mediobanca e UniCredit, che si accollerebbero la porzione più rilevante.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Sciopero per i lavoratori dell’ex Fonsai e dell’ex Milano Assicurazioni

FonSai convoca i nuovi soci per prendersela con i Ligresti

Assicurazioni, FonSai in spolvero dopo il deposito del progetto di fusione

NEWSLETTER
Iscriviti
X