Mps-sindacati: la telenovela continua martedì prossimo

A
A
A
di Daniel Settembre 5 Settembre 2012 | 08:02
Sul tavolo i provvedimenti di riduzione dei costi del personale previsti dal nuovo piano industriale e il nodo delle esternalizzazioni…

NUOVO INCONTRO – L’incontro è stato fissato per martedì 11 settembre. Più che incontro però, si preannuncia uno “scontro” tra i vertici di Banca Mps e i sindacati, visto anche il clima teso che si respira in questo mesi a Rocca Salimbeni dopo le perdite dell’ultimo semestre (per la notizia vai qui). Sul tavolo ci sono i provvedimenti di riduzione dei costi del personale previsti dal nuovo piano industriale (per tutti i dettagli vai qui).

I TAGLI DEI COSTI – L’eventuale impiego dei contratti di solidarietà non servirà ad evitare i tagli sui costi del personale previsti dal piano industriale messo a punto dall’amministratore delegato Fabrizio Viola – deciso a rimettere in piedi la banca (per la notizia vai qui). Questo è il punto principale che è emerso dall’ultimo incontro Mps-sindacati. I vertici di Mps hanno illustrato inoltre “le misure previste sul personale sotto il profilo amministrativo, con particolare attinenza agli strumenti per la gestione della mobilità, oltre a tutta una serie di interventi previsti sui dirigenti, come l’utilizzo delle auto ad uso promiscuo, le carte carburante e la telefonia mobile”, come si legge nel comunicato diffuso al termine della riunione.

COSA CHIEDONO I SINDACATI? – Un nodo importante da sciogliere sarà infine quello della esternalizzazione del back office (per la notizia vai qui), con oltre 2.300 dipendenti in ballo, che permetterebbe un risparmio di 166 milioni di euro. E i sindacati cosa dicono? Le organizzazioni hanno contrapposto alle misure illustrate da Mps “un’ipotesi di lavoro basata sul drastico ridimensionamento delle consulenze; l’attuazione di processi di internalizzazione, come previsto dal nuovo Contratto nazionale; l’abbattimento significativo degli stipendi e dei benefits del top management; la definizione più puntuale delle possibili fuoriuscite di personale derivanti dall’utilizzo del Fondo di Sostegno al Reddito e dai meccanismi di esodo”. E allora, occhi puntati a martedì prossimo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, i 2 paperoni di Widiba

Creval e Unicredit proseguono con le pulizie di bilancio

Intermobiliare, si avvicina la cessione

NEWSLETTER
Iscriviti
X