Credit Suisse negativa sulle banche italiane

A
A
A
di Daniel Settembre 24 Settembre 2012 | 13:40
Da Ubi Banca a Intesa Sanpaolo, passando per Mps. Il comparto bancario è finito sotto la lente d’ingrandimento degli analisti elvetici che…

VIEW NEGATIVA – Le banche italiane finiscono nel mirino di Credit Suisse. Gli analisti elvetici mantengono una visione negativa sul settore, nonostante le recenti mosse della Bce, pronta a comprare in modo illimitato bond a breve termine (con scadenza fino a tre anni).

UBI E MPSCredit Suisse ha infatti avviato la copertura con una raccomandazione underperform sia per Mps che per Ubi, con target price rispettivamente a 0,16 e 2,5 euro per azione. La banca bergamasca, preferita rispetto a Rocca Salimbeni, è reduce da un forte rally estivo: da dal 24 luglio al 14 settembre la banca popolare bergamasco-bresciana ha messo a segno un rialzo dell’81%, per poi scendere nell’ultima settimana a causa delle prese di beneficio.

INTESA E UNICREDIT – “Riteniamo che le banche italiane abbiano bisogno di un incremento del tasso d’interesse, un più favorevole ciclo del credito per portare i profitti a livelli maggiormente accettabili”, hanno spiegato gli analisti di Credit Suisse. “Ma non vedendo il materializzarsi di nessuno dei due fattori nel futuro immediato, abbiamo tagliato le nostre stime su UniCredit e Intesa Sanpaolo dell’8-10% confermando la raccomandazione neutral”, conclude il broker, ammettendo la propria preferenza però su titolo di Ca’ de Sass..

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti