Usa: i pirati informatici che fanno tremare le banche

A
A
A

I maggiori istituti di credito statunitensi, tra cui Jp Morgan e Wells Fargo, sono stati attaccati da un gruppo non ancora identificato

Daniel Settembre di Daniel Settembre28 settembre 2012 | 12:35

CYBER-ATTACCHI – Questa volta a spaventare le principali banche degli Stati Uniti non è la cisi del deibto in Europa, ma alcuni cyberattacchi, diventati ultimamente sempre più frequenti in un periodo poi, a ridosso delle elezioni presidenziali, molto delicato. Alcuni pirati informatici hanno infatti violato le difese informatiche delle maggior banche a stelle e strisce, tra ui Jp Morgan e Wells Fargo.

GRUPPI IGNOTI – Gli attacchi, secondo una fonte sentita dall’agenzia internazionale Bloomberg, provengono da un gruppo esterno al Paese, non ancora identificato. Le violazioni delle difese informatiche ha reso disponibile ai consumatori dati sensibili e operazioni bancarie per diverse ore. Per conoscere l’entità dei danni, però, bisognerà aspettare settimana, se non mesi.

LA CASA BIANCA – L’escalation di attacchi avvenuti in questa settimana è stata anche oggetto di alcuni incontri a porte chiuse alla Casa Bianca, come ha spiegato la fonte che ha voluto restare anonima. Il team del presidente Barack Obama starebbe lavorando a diversi programmi per proteggere le reti informatiche.

LE BANCHE COLPITE – Il gruppo di attivisti che minaccia lil mondo finanziario Usa ha iniziato circa due settimane fa con attacchi di prova diretti a Jp Morgan, Citigroup, Wells Fargo, US Bancorp fino a Pnc Financial Services Group.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Le pagelline dei conti delle reti (quotate)

Un appello a Di Maio per parlare anche di consulenza

Finanziamenti, nel 2018 piccolo è meglio

Banche, quanti tagli alle filiali

Caso Galloro, la risposta di Südtirol Bank

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana

Banche, in Europa fusioni all’orizzonte

Consulente sospeso, riabilitato, risospeso e poi radiato

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Südtirol Bank pesca l’asso da Fideuram

Fineco, quanto è buono il gestito nella raccolta

Diamanti, si ritiri chi può

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Ti può anche interessare

BancoPosta, staffetta al vertice

Nominato alla guida Andrea Novelli al posto di Marco Siracusano che andrà a dirigere la divisione ...

Megale (Progetica): “Vi spiego il valore della consulenza finanziaria”

Il presidente di Progetica ospite del canale di Banca Mediolanum illustra i vantaggi che si ottengon ...

La Banca Mondiale lancia due nuove Obbligazioni per lo sviluppo sostenibile

I due bond, della durata di dieci anni, sono denominati rispettivamente in dollari canadesi (CAD) e ...