Mps, c’è l’accordo con CR Asti sulla cessione di Biverbanca

A
A
A
di Redazione 1 Ottobre 2012 | 14:37
Ne dà notizia una nota dell’istituto di credito senese, in cui si spiega che…

ACCORDO TROVATO CON CR ASTI – Banca Mps ha raggiunto un accordo per la cessione di Biverbanca alla Cassa di Risparmio di Asti. Ad annunciarlo è lo stesso istituto di credito di Rocca Salimbeni: “Il cda di Banca C.R.Asti ha deliberato di accettare la proposta di modifica e integrazioni al contratto di compravendita stipulato in data  26 giugno 2012, avente a oggetto il trasferimento a Banca C.R.Asti del 60,42% del capitale sociale di Biverbanca”, si legge nella nota diffusa da Mps.

I DETTAGLI DEL CONTRATTO Sono dunque superati i problemi circa la partecipazione detenuta da Biverbanca in Banca d’Italia: le Fondazioni di Biella e Vercelli – gli altri azionisti dell’istituto – si erano in un primo momento opposte alla proposta di scissione della quota di Bankitalia, chiedendo soluzioni alternative. Le parti, spiega Mps, hanno stipulato un addendum al contratto, che prevede la rinuncia da parte di Banca Monte dei Paschi di Siena a procedere con la scissione della partecipazione in Banca d’Italia a fronte di un’integrazione del prezzo di compravendita, che non potrà essere superiore a 100 milioni di euro, da pagarsi “condizionatamente al verificarsi entro il decimo anniversario dalla data del closing di determinati eventi di natura legislativa e/o regolamentare che consentano un incremento del valore della partecipazione in Banca d’Italia rispetto al valore di carico e ne permettano la computabilità ai fini del calcolo dei requisiti patrimoniali di vigilanza”. Contestualmente, Banca C.R.Asti ha accettato di “rinunciare a termini temporali che erano stati originariamente previsti in merito a detta operazione”. L’integrazione prezzo potrà essere sostituita dal trasferimento di quote di Banca d’Italia se, entro lo scadere del terzo anniversario del closing, si saranno verificati determinati presupposti.

CESSIONE DEL RAMO LEASING – La cessione di Biverbanca, ha dichiarato oggi l’a.d. di Rocca Salimbeni, Fabrizio Viola, costituirà “un tassello importante del programma di cessione di asset” e darà “il proprio contributo al completamento del piano Eba”. Banca Mps ha anche confermato che sta “riavviando” il processo per la cessione del ramo leasing previsto dal piano industriale e che, con il mandato affidato a Rotschild, era stato anticipato la settimana scorsa da fonti vicine al dossier.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti