Moody’s: serve più capitale del previsto alle banche spagnole

A
A
A
Avatar di Redazione 2 Ottobre 2012 | 10:28
Secondo un report dell’agenzia di rating internazionale il governo avrebbe sottovalutato le reali esigenze di capitale degli istituti di credito del Paese.

PIU’ CAPITALE – Alle banche spagnole servirebbero molti più capitale di quelli preventivati. Fino a 105 miliardi di euro, quasi il doppio della stima del governo della scorsa settimana. A dirlo un report di Moody’s nel quale viene specificato che sono necessari inziezioni di liquidità tra i 70 e i 105 miliardi di euro per assorbire le perdite e mantenere i coefficienti patrimoniali al di sopra dei limiti previsti dalla normative europee.

STRESS TEST – La Spagna venerdì ha annunciato i risultati degli stress tst condotti su 14 istituti di credito del Paese. Il deficit registrato è di circa 59,3 miliardi di euro (vai qui per la notizia). Il test prevedeva la capacità di resistenza delle banche di affrontare uno scenario economico estremo – tre anni di contrazione. Alla base, forse, una valutazione troppo lasca da parte degli stress test, che hanno utilizzato come indice patrimoniale di riferimento il 6%, quando, per esempio, per l’Irlanda era stato usato un livello del 9%.

ESIGENZE SOTTOVALUTATE
– L’agenzia di rating ha espresso quindi il timore che il governo abbia sottovalutato le reali esigenze di capitale delle banche. Inoltre, alle voci di una possibile richiesta di aiuti che la Madrid avanzerà nel week end, ha risposto direttamente il premier spagnolo Mariano Rajoy, che ha negato l’indiscrezione dell’agenzia di stampa Reuters. Insomma, la situazione è bollente, visto che il Paese sta aspettando l’aggiornamento su un possibile declassamento proprio da parte di Moody’s. L’agenzia Usa ha terminato il periodo di revisione sul rating spagnolo alla fine del mese di settembre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Moody’s promuove le banche italiane

Credem, il rating è ancora sopra la media

Conte bis, la benedizione di Moody’s

Moody’s, sforbiciata sull’Italia

Moody’s condanna un’Italia troppo vecchia

Moody’s: Pil italiano al rallentatore

Moody’s, l’Italia perde la stima 

Creval bocciato da Moody’s

Moody’s lima i rating delle banche australiane

UniCredit, taglio del rating in Germania

Banco Bpm, Moody’s assegna i rating

Credem in luce, nonostante Moody’s

In Svizzera le banche più solide

Deutsche Bank in calo, tra taglio dei rating e uscite eccellenti

Le difficoltà per Deutsche Bank crescono, Moody’s lima il rating

Saipem in calo, anche Moody’s mette rating sotto esame

Moody’s aggiorna il rating sulle banche italiane

Moody’s gela l’Italia: ripresa insufficiente a creare occupazione

Banche italiane sotto esame

Moody’s lima il rating del Giappone

Nuova promozione in vista per Dublino?

L’Irlanda colloca nuovo bond decennale

Il nuovo possibile governo di Bersani? A Moody’s non piace

Moody’s teme nuovi shock di fiducia: outlook negativo su molti Paesi europei

Moody’s, la Francia perde la tripla A e bacchetta le banche italiane

Inchiesta agenzie di rating, la Procura chiede sette rinvii a giudizio

Popolare di Spoleto: Moody’s taglia il rating sui depositi a lungo termine

Moody’s conferma l’outlook negativo sulle banche tedesche

Spagna: Moody’s grazia il Paese, ma l’outlook è negativo

Moody’s promuove il piano monetario della Fed

Moody’s non cambia idea sulle banche britanniche

Moody’s: outlook Ue declassato da stabile a negativo

Moody’s ce l’ha di nuovo con le banche italiane

NEWSLETTER
Iscriviti
X