Mediolanum, Sara Doris presenta un’iniziativa per Haiti

A
A
A
di Redazione 3 Ottobre 2012 | 07:08
La numero uno della Fondazione Mediolanum lancia il progetto “Un respiro per Haiti” per l’ospedale pediatrico Nph Saint Damien

UN’INIZIATIVA PER HAITI – La Fondazione Mediolanum Onlus e la Fondazione Francesca Rava Nph Italia Onlus lanciano l’iniziativa “Un respiro per Haiti” a favore dell’ospedale pediatrico Nph Saint Damien, per assicurare ossigeno medicale alle migliaia di piccoli pazienti. Dal primo al 20 ottobre, tramite il numero solidale 45593, si potranno effettuare donazioni di un euro per ogni sms inviato da cellulari personali Tim, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce e Noverca e due euro per ogni telefonata allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Fastweb e Twt.

I NUMERI DELL’OSPEDALE – L’ospedale Nph Saint Damien a Tabarre (Port au Prince) è l’unico nosocomio pediatrico gratuito dell’isola e assiste 80mila bambini l’anno. Molti hanno bisogno di respirazione assistita e di terapia intensiva date le gravi condizioni in cui arrivano in ospedale, per polmoniti, infezioni respiratorie, tbc, malattie cardiovascolari, hiv, nella maggior parte dei casi associati a malnutrizione. A più di due anni di distanza dal terremoto che ha colpito l’isola nel gennaio del 2010, Haiti è ancora in ginocchio, la popolazione è flagellata dal colera e recentemente è stata colpita anche dall’uragano Isaac.

LE MALATTIE DELL’INFANZIA – Un bambino su tre muore prima dei cinque anni, uno su due non va a scuola, il 70% della popolazione non ha lavoro e quindi non ha un salario per sostentare la famiglia. Questo urgente appello, fa sapere Mediolanum, sarà lanciato in prima persona anche da un gruppo di 15 bambini orfani del terremoto provenienti dalle Case Nph di Haiti, che saranno in Italia in ottobre per una navigazione terapeutica e riabilitativa su Nave Italia, ospiti di Marina Militare e Yci, e che saranno quindi piccoli ambasciatori delle migliaia di altri rimasti a casa.

L’IMPEGNO DI MEDIOLANUM – “È urgente sostenere i costi dell’attuale fornitura di ossigeno per salvare la vita a migliaia di bambini”, dichiara Sara Doris, presidente di Fondazione Mediolanum Onlus, “e dell’acquisto di attrezzature che consentano l’estensione della distribuzione dei gas medicali ai reparti più vitali. I bambini di Haiti hanno bisogno di ossigeno”. Attualmente il sistema di distribuzione di ossigeno medicale serve 57 postazioni, ma per le quattro sale operatorie dell’ospedale pediatrico Saint Damien, per il pronto soccorso e per la terapia intensiva pediatrica e neonatale, sono almeno 144 quelle che dovrebbero essere servite.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum, due nuovi ingressi per l’asset management

Banca Mediolanum sostiene le imprese d’Elite

Mediolanum, la nuova campagna tra tradizione e innovazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X