Al via l’assemblea Mps, protestano i sindacati

A
A
A
di Redazione 9 Ottobre 2012 | 10:43
Le associazioni dei lavoratori hanno organizzato un presidio all’ingresso della sede della banca senese per manifestare la contrarietà al…

AL VIA L’ASSEMBLEA STRAORDINARIA – Si è aperta tra le proteste dei sindacati questa mattina l’assemblea straordinaria di Banca Mps – la prima presieduta da Alessandro Profumo – chiamata a votare su alcune modifiche statutarie e sulla delega all’aumento di capitale da un miliardo di euro.

LE PROTESTE DEI SINDACATI
– Le associazioni dei lavoratori hanno organizzato un presidio all’ingresso della sede della banca senese per manifestare la contrarietà al piano industriale di tagli e chiusure di filiali, sfilando con cartelli appesi al collo: “Trattare, no esternalizzare”. I sindacati hanno rotto le trattative con l’azienda per tentare una soluzione condivisa sul piano di riduzione di 4.600 posti di lavoro e sul taglio di 400 filiali previsto entro il 2015. Nel mirino delle organizzazioni dei lavoratori soprattutto le esternalizzazioni, circa 2.300 posti. “Come associazione dei dipendenti azionisti Adamp”, ha dichiarato Antonio Damiani, della Cgil, “siamo qui per votare contro i due punti all’ordine del giorno sui quali la nostra contrarietà è assoluta, sia per quanto riguarda un aumento di capitale al buio sia sulla concentrazione dei poteri al cda, guarda caso proprio a proposito di fusioni, incorporazioni e cessioni di rami d’azienda. E’ la dimostrazione della volontà di velocizzare i processi di precarizzazione”.

I PUNTI ALL’ORDINE DEL GIORNO – Oggi la banca chiede di autorizzare la delega al cda per aumentare il capitale al massimo di un miliardo entro il 2015 per fare entrare nuovi soci e stabilizzare il rafforzamento patrimoniale dopo gli aiuti di Stato richiesti. Poi, nel secondo dei due punti all’ordine del giorno – contro cui stanno protestando molti piccoli soci – si chiede di modificare lo Statuto togliendo qualche prerogativa all’assemblea sulla cessione di rami aziendali e le incorporazioni di controllate, per assegnare la responsabilità al board guidato dal presidente Alessandro Profumo e all’a.d.Fabrizio Viola.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti