Société Générale, tre anni di carcere per l’ex trader Kerviel

A
A
A
di Redazione 25 Ottobre 2012 | 08:50
Kerviel è stato condannato in appello, oltre che al carcere, a rimborsare alla banca i 4,9 miliardi di perdite causate nel 2008

LA SENTENZA DELLA CORTE D’APPELLO – Jerome Kerviel, ex trader di Societé Generale, è stato condannato in Corte d’Appello a cinque anni di carcere, di cui due sospesi, e all’obbligo di rimborsare integralmente alla banca i 4,9 miliardi di perdite causate nel 2008 (qui la notizia con la richiesta di SocGen).

IN ARRIVO UN NUOVO RICORSO – Tuttavia, ha dichiarato il giudice, il 35enne Kerviel non dovrà andare in prigione immediatamente, e l’avvocato dell’ex trader ha detto che stanno pensando a un nuovo ricorso contro la sentenza.

LA VICENDA –
Kerviel aveva aperto delle posizioni per 50 miliardi, quando lavorava per SocGen nel 2008, mascherandole con altri ordini fittizi per coprire il rischio. Dopo aver sostenuto, nel corso del primo processo, che i vertici della banca fossero a conoscenza del suo operato, il trader cambiò versione in appello, dichiarando che la banca lo aveva lasciato operare per accusarlo di altre perdite dovute ai ‘subprime’.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti