I Pir spingono la raccolta di Anima

A
A
A
Marco Muffato di Marco Muffato 5 Giugno 2017 | 15:19
I Piani individuali di risparmio incidono per 200 milioni di euro sui 680 milioni di produzione complessiva del gruppo guidato dall’a.d. Marco Carreri.

La raccolta netta del gruppo Anima nel mese di maggio 2017 è stata positiva per circa 680 milioni di euro, per un totale da inizio anno positivo per circa 1,4 miliardi di euro. Il totale delle masse gestite a fine maggio 2017 è di oltre 75,1 miliardi di euro, con un aumento di circa il 5% sul dato di fine maggio 2016.

 CHE IMPATTO SUL RETAIL  – “La raccolta di maggio segna un dato importante grazie al positivo contributo dei segmenti sia retail che istituzionale; il collocamento dei due fondi “Pir” Anima Crescita Italia e Anima Iniziativa Italia, che nel mese appena trascorso hanno raccolto circa 200 milioni di euro, ha inciso significativamente sul risultato retail evidenziando ancora una volta la capacità di Anima di mettere a disposizione dei propri partner commerciali, con tempestività ed efficacia, soluzioni di investimento atte ad interpretare al meglio le esigenze della clientela” ha commentato Marco Carreri, amministratore delegato di Anima Holding e Anima Sgr (nella foto).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anima, la raccolta non decolla a febbraio

Anima, il 2020 non scalfisce il bilancio

Ftse Mib: la corsa al recupero non è finita. Le big cap sotto la lente

NEWSLETTER
Iscriviti
X