Lloyds barcolla ma non molla nel terzo trimestre

A
A
A
di Redazione 2 Novembre 2012 | 09:12
A pesare sui conti della banca britannica sono soprattutto gli accantonamenti per regolare i contenziosi sulle vendite forzate di assicurazione crediti.

IN ROSSO PER 361 MILIONI – Ammonta a 361 milioni di sterline la perdita realizzata da Lloyds Banking group nel terzo trimestre del 2012, in miglioramento rispetto al rosso di 501 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente.

PESA LO SCANDALO SUI MUTUI – La banca britannica salvata dallo Stato durante la crisi finanziaria ha anche confermato i target per il 2012 e ha spiegato che la perdita ante imposte di 583 milioni realizzata nei nove mesi è dovuta anche ai 2,075 miliardi di sterline di accantonamento per regolare i contenziosi sulle vendite forzate di assicurazione crediti (i Ppi, Payment Protection Insurance), di cui un miliardo sono di competenza del terzo trimestre.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Schroders vicina al colpaccio in Gran Bretagna

Lloyds tornerà privata entro l’anno

Banche, Loyds: accetta su 9.000 posti di lavoro

NEWSLETTER
Iscriviti
X