Azimut scommette su se stessa

A
A
A
di Andrea Giacobino 7 Giugno 2017 | 08:47
Completata la seconda tranche di acquisto di azioni proprie. In vista di acquisizioni o alleanze.

Azimut Holding, la rete di consulenti finanziari e private banker presieduta da Pietro Giuliani e guidata da Sergio Albarelli (nella foto) ha puntato 25 milioni su se stessa. Ieri sera, infatti, è stato comunicato il completamento della seconda tranche delle operazioni di acquisto di azioni proprie per un controvalore complessivo pari a 25 milioni di euro. Ad oggi Azimut Holding detiene, secondo il sito Consob, il 7,5% di azioni proprie.

Il programma di buy-back è stato deliberato dall’assemblea degli azionisti del 28 aprile del 2016 ed è valido per 18 mesi, ossia fino al 28 ottobre 2017. Il programma è volto all’acquisto di azioni ordinarie della società al fine di realizzare operazioni di successiva rivendita sul mercato o di disporre di azioni proprie da utilizzare a fronte di operazioni di acquisizione o permuta di partecipazioni societarie.

Le azioni acquistate sul mercato permetteranno inoltre ad Azimut di costituire la provvista necessaria a dare esecuzione ad eventuali piani di azionariato o al servizio di strumenti finanziari convertibili in azioni della società. Il quantitativo massimo di azioni Azimut acquistabili in esecuzione del programma è pari a 18.263.710 azioni, ossia circa il 13% del capitale della società. Il programma prevede un prezzo di acquisto massimo fissato a 50 euro per azione.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Azimut: un altro trimestre di crescita

Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da Azimut a Poste

Azimut, la raccolta netta sfiora i 2 mld da inizio 2022

NEWSLETTER
Iscriviti
X