F&F punta dritto al miliardo di euro

A
A
A
di Maria Paulucci 5 Novembre 2012 | 16:06
Parla Armando Escalona: è il nostro obiettivo di raccolta per fine anno.

“Contiamo di chiudere l’anno con 1.550 promotori finanziari, nel rispetto del piano triennale”, anticipa a soldi&bluerating l’amministratore delegato di Finanza & Futuro Banca Armando Escalona. “Entro la fine del 2013 puntiamo ad arrivare a 1.600. In meno di tre anni la rete è quasi raddoppiata, partendo dai 950 promotori del 2009”.

La rete cresce. E dei portafogli cosa ci dice?
I pf della rete “storica” hanno portafogli tra gli 11 e i 12 milioni di euro in media. Una volta terminata la fase di sviluppo passeremo al consolidamento, in cui ci si focalizzerà sulla crescita dei portafogli medi. Nel reclutamento noi ci rivolgiamo tanto ai neofiti quanto ai professionisti. Attenzione: quando parlo di neofiti non mi riferisco solo ai giovani, ma a tutti quelli che per la prima volta si accostano alla promozione finanziaria. Possono avere anche 40, 45 anni. Anzi: ritengo che la maturità anagrafica e una lunga esperienza professionale possano essere validi elementi per gestire al meglio il rapporto con i clienti.

Vale anche per i bancari?

La promozione finanziaria non è un approdo per tutti. Servono competenze specifiche, capacità relazionali e sono d’accordo con chi sostiene che serva anche un approccio imprenditoriale. A chi fa il passaggio bisogna però offrire un sostegno.

Voi come lo fate?
Al nostro interno selezioniamo una serie di tutor, ciascuno dei quali segue due o tre neofiti. Questa fase formativa li accompagna fino all’esame di Stato. Dopo l’iscrizione all’Albo, il tutor diventa supervisor e continua a seguirli per un periodo di due o tre anni. Riteniamo infatti che il neoiscritto abbia necessità di essere “accompagnato” e supportato da professionisti con esperienza nei primi tempi della sua attività, nel corso della quale gli viene assegnato un fisso insieme a provvigioni specifiche. Anche il tutor/supervisor è remunerato per l’attività di supporto che svolge. Ai neofiti forniamo anche un piano d’azione che inizialmente si basa su prodotti più semplici da collocare, legati al risparmio sistematico e a quello previdenziale.

Il 2012 come sta andando?
Nei primi nove mesi abbiamo totalizzato 650 milioni di raccolta netta totale. Puntiamo a chiudere l’anno a quota un miliardo. L’85% di questa raccolta è sul gestito, rappresentato per l’80% da prodotti di case terze, a dimostrazione del successo del nostro modello di architettura aperta.

Nuovi accordi in vista?
Li comunicheremo al momento opportuno, se e quando ci saranno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X