Banche, decretata l’insolvenza per il Credito cooperativo fiorentino

A
A
A

L’istituto, guidato per oltre 20 anni dal coordinatore del Pdl Denis Verdini, era stato posto in liquidazione coatta amministrativa il 27 marzo

Avatar di Redazione20 novembre 2012 | 11:06

STATO DI INSOLVENZA – Il tribunale fallimentare di Firenze ha decretato ieri lo stato di insolvenza del Credito cooperativo fiorentino alla data del 27 marzo 2012, quando per l’istituto è scattato il provvedimento di liquidazione coatta amministrativa. Lo riferisce l’agenzia di stampa Reuters, precisando che sempre il 27 marzo la banca – guidata per oltre 20 anni dal coordinatore del Pdl Denis Verdini – è stata ceduta a Chianti Banca.

54 PERSONE INDAGATE – Per vicende legate al Credito cooperativo fiorentino sono indagate 54 persone, tra cui lo stesso Verdini e il senatore del Pdl Marcello Dell’Utri: per loro la procura di Firenze ipotizza diversi reati a vario titolo, tra i quali l’associazione a delinquere finalizzata all’appropriazione indebita. A seguito della decretazione dello stato di insolvenza, si apre la possibilità per la procura di indagare sull’ipotesi di bancarotta.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Fusione Unicredit-SocGen: Mustier attacca la politica

L'amministratore delegato non ha abbandonato il progetto di fusione con una banca oltre confine ...

Contributi Ocf, malumore tra gli indipendenti

Le parole del mondo fee only ...

ITForum 2018 a Milano, ci siamo

L'evento in programma il 27 e 28 novembre 2018 ...