Mediolanum, Doris: “Compriamo il 5%”

A
A
A
di Andrea Giacobino 9 Giugno 2017 | 14:38
L’a.d. della banca conferma la volontà di acquisto se Fininvest scenderà dal 30% al 20%. “Agli istituzionali l’altro 5%”. “Restiamo nel patto Mediobanca”.

“Se si dovesse arrivare alla vendita, ci sono dei ricorsi che Fininvest ha fatto, noi siamo pronti ad acquistare fino a un 5%, oltre si andrebbe in Opa, e comunque gli investitori istituzionali sono in fila per rilevare l’altro 15%”.

Lo ha dichiarato oggi Massimo Doris (nella foto), a.d. di Banca Mediolanum, al 47esimo convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria in merito alla possibile vendite del 20% del capitale da parte di Fininvest, a cui la Banca d’Italia impone di scendere sotto il 10% dall’attuale 30% in seguito alla perdita dei requisiti di onorabilità da parte di Silvio Berlusconi dopo la condanna sui diritti tv Mediaset. “Non ne abbiamo parlato con Fininvest – ha aggiunto Doris – comunque noi abbiamo dichiarato che siamo pronti ad acquistare il 5%”.

“Noi continueremo a restare dentro” al patto di sindacato Mediobanca, ha poi detto Doris. “Mediobanca è gestita bene, siamo azionisti soddisfatti”. Le disdette al patto di sindacato di Mediobanca, che scade a fine anno, devono essere notificate entro settembre. Banca Mediolanum, pattista di Mediobanca col 3,33%, ha recentemente venduto all’istituto di Piazzetta Cuccia la sua qua quota in Banca Esperia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, quando il family banker fa bene all’ambiente

Banca Mediolanum, tre film per tre servizi

Mediolanum e Notarify, una nuova alleanza

NEWSLETTER
Iscriviti
X