Conti Unipol-FonSai, la Consob storce il naso

A
A
A
Avatar di Redazione 28 Dicembre 2012 | 10:35
L’istituto guidato da Giuseppe Vegas contesta il bilancio 2011 e la semestrale 2012 della compagnia bolognese perché non conformi a regole internazionali

BILANCIO CONTESTATO – La Consob dice no. L’istituto guidato da Giuseppe Vegas contesta infatti il bilancio 2011 e la semestrale 2012 di Unipol perché non sarebbero conformi a tre principi contabili internazionali nella classificazione di parte degli investimenti in titoli strutturati: per effetto delle riclassificazioni, le perdite del bilancio pro-forma 2011 aumentano di 28,2 milioni.

LA RISPOSTA – Dal canto suo la compagnia bolognese precisa che l’adozione della diversa modalità di contabilizzazione richiesta dalla Consob non ha “determinato alcun effetto” sui concambi per la fusione con FonSai. La stessa, comunicando la notizia, ha sottolineato però che ”provvederà ad adeguare” le proprie modalità di contabilizzazione pur “non condividendo le interpretazioni” della Commissione sui principi contabili.

LA NASCITA DEL GRUPPO – Il 20 dicembre è stato approvato il piano industriale del nuovo gruppo nato dalla fusione di Unipol, FonSai, Milano Assicurazioni e Premafin (qui la notizia). Il gruppo Unipol-Sai prevede di realizzare 814 milioni di euro di utili al 2015 con un margine di solvibilità del 180% e 15,6 miliardi di premi. Il completamento della fusione è previsto nel secondo semestre del 2013.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consob e Bankitalia: attenzione alle cripto

Consob, la consulenza fa sempre discutere

Consob, la grana stipendi e le voci di un addio di Savona

NEWSLETTER
Iscriviti
X