Consulenti, Classis Capital si lancia nel retail

A
A
A
Avatar di Redazione 18 Gennaio 2013 | 15:12
Progetti e strategie della sim: parla il fondatore Maurizio Esentato.

Sono molte le novità che Classis Capital ha in serbo per il 2013: dall’attivazione di un nuovo canale di clientela al debutto del sito web, solo per citarne alcune. La sim di consulenza indipendente, che vede in Maurizio Esentato il ceo e fondatore, ha ricevuto nel luglio del 2010 l’approvazione della Consob all’attività. E adesso inizia a raccogliere i frutti di una strategia ben definita, che si ispira all’investment advisory anglosassone e si basa su due capisaldi: approccio value “puro”, con una forte attenzione alla ricerca degli asset di valore, e culto del rischio. Soldi&bluerating ha intervistato Esentato, amministratore delegato della società, per conoscere i nuovi progetti in cantiere.

Qual è il posizionamento strategico di Classis Capital?

Possiamo dire di aver individuato una domanda latente di professionalità e indipendenza nella disillusione dei risparmiatori nei confronti di banche e istituzioni. Noi intendiamo rispondere con una consulenza agli investimenti pura, infatti non collochiamo i prodotti di nessuno e siamo remunerati esclusivamente dai clienti per i nostri consigli.

Com’è strutturata l’attività di consulenza?
Il nostro modello di business si basa su una filosofia di investimento unica, declinata, in base alle esigenze della controparte, in portafogli differenziati. Quello che cerchiamo di fare è preservare il capitale del cliente e selezionare temi di investimento – azioni e obbligazioni – con una connotazione internazionale: per farlo, svolgiamo attività di ricerca al nostro interno grazie anche a un team di professionisti caratterizzati da competenze complementari.

Novità in arrivo per il 2013?

Finora ci siamo rivolti essenzialmente a una clientela di tipo istituzionale: fondi, casse previdenziali, fondi pensione, tesorerie di società e banche di piccole e medie dimensioni. Ma adesso abbiamo allo studio, in una fase molto avanzata, la creazione di un canale sulla clientela retail, che sarà sviluppato attraverso due strategie: da un lato un accordo con una rete di promotori finanziari indipendente che oggi si avvale di un team di una trentina di professionisti e copre l’area del Nord Est (Classis Capital fornirà servizi di consulenza a questa società, che li utilizzerà a sua volta con i propri clienti finali, n.d.r.); dall’altro, inseriremo invece pochi e selezionati financial advisor responsabili della consulenza ai clienti privati. A occuparsi del reclutamento sarà una figura di spicco del mondo della distribuzione, già entrata in Classis Capital all’inizio di dicembre, di cui ancora non posso fare il nome. Lo scopo è quello di offrire consulenza in materia di investimenti la cui execution verrà fatta poi attraverso le banche utilizzate dal singolo cliente finale.

Quali aree coprirete con il canale di consulenza retail “diretta”?

Oltre a Milano, vorremmo toccare città come Torino, Firenze e Roma, mentre il Nord Est è già coperto dalla rete di promozione finanziaria con cui ci siamo accordati.

Da quante persone è composto oggi il vostro team?
Innanzitutto, va evidenziato che il nostro è un approccio da boutique, per cui credo che non saremo mai un colosso da duecento persone. Attualmente, nella sede di Milano siamo in otto: sei persone attive sugli investimenti e due commerciali. Poi ci sono quattro advisor: uno a New York, uno a Dubai, uno ad Adelaide (in Australia) e uno a Hong Kong. Tra questi c’è Edward Altman (che è appunto a New York), padre tra l’altro dell’indice statistico Z-Score e tra i soci finanziatori – insieme a me – di Classis Capital. Nel corso dell’anno inseriremo inoltre un altro paio di analisti, uno dei quali è già stato individuato e si unirà a noi la prossima primavera.

Il vostro sito web non è ancora attivo: a che punto siete con il lancio? Cosa ci può anticipare su questo?

Ci sono società che aprono un sito web ancor prima di essere operative: noi abbiamo voluto fare il contrario. Ma adesso è tempo di lanciare questo canale e siamo quasi pronti per farlo: vorremmo essere online entro questa primavera.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Valori & Finanza: l’accordo con Classis Capital ora è ufficiale

NEWSLETTER
Iscriviti
X