Scandalo derivati Mps, Mussari lascia la presidenza dell’Abi

A
A
A
Avatar di Redazione 23 Gennaio 2013 | 07:46
Giuseppe Mussari, ex presidente della banca senese, si è dimesso con effetto immediato e irrevocabile. Intanto, il titolo Mps è crollato a Piazza Affari: -8,4%.

CHIUSURA IN PROFONDO ROSSO – In una giornata in cui, complice qualche ulteriore vendita sul comparto finanziario, il Ftse Mib cede a fine seduta lo 0,77% appena, Mps sprofonda in scia allo scandalo sui derivati arrivando a perdere l’8,4% dopo una sospensione per eccesso di ribasso in avvio di seduta. Pesano le rivelazioni sulle operazioni fatte sotto la gestione di Giuseppe Mussari per – questa è l’ipotesi rilanciata dalla stampa – nascondere le perdite. La banca si è limitata a riferire che sono in corso accertamenti e che farà il punto nelle prossime settimane.

DIMISSIONI IMMEDIATEGiuseppe Mussari, ex presidente di Mps, si è intanto dimesso dalla presidenza dell’Abi con effetto immediato e irrevocabile. Dopo le polemiche sulla gestione dell’istituto di credito senese, presieduto fino al 2011 dallo stesso Mussari e ora al centro di uno scandalo relativo a un’operazione in derivati denominata “Alexandria” (qui la notizia), nella serata di ieri il banchiere ha inviato una lettera di dimissioni a Camillo Venesio, vicepresidente vicario dell’Associazione bancaria italiana.

LA LETTERA – “Assumo questa decisione convinto di aver sempre operato nel rispetto del nostro ordinamento, ma nello stesso tempo deciso a non voler recare alcun nocumento anche indiretto all’associazione”, si legge nella missiva che non fa tuttavia riferimenti diretti alle vicende legate a Mps. “In questi tre anni ho cercato di servire l’associazione mettendo a disposizione tutte le energie fisiche e intellettuali di cui disponevo, usufruendo dell’insostituibile contributo della direzione e di tutti i dipendenti dell’associazione”.

LA SUCCESSIONE – Le funzioni di Mussari passano ora allo stesso Venesio, manager della Banca del Piemonte, in attesa della scelta del successore: tra i candidati più probabili Il Sole 24 Ore cita Antonio Patuelli, presidente della Cassa di Ravenna. Il prossimo esecutivo dell’Abi è in programma il 20 febbraio, ma prima di questo (8-9 febbraio) è previsto l’importante convegno degli operatori finanziari e bancari Assiom Forex, al quale prenderà parte l’intero sistema del credito e il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Vaccinati in banca. E i consulenti finanziari?

Abi, quarto mandato per Patuelli. Tutti i nomi del comitato esecutivo

Credem e Abi, un webinar per capire i meccanismi delle scelte finanziarie

NEWSLETTER
Iscriviti
X