Fondi, dal primo gennaio Pictet e Lombard Odier non saranno più banche private

A
A
A
Avatar di Redazione 6 Febbraio 2013 | 08:09
A partire dal primo gennaio 2014 i due istituti svizzeri usciranno dall’Associazione delle banche private, optando per una società in accomandita per azioni di diritto svizzero.

VIA DALL’ASSOCIAZIONE DELLE BANCHE PRIVATE – Cambio di forma giuridica in arrivo per Lombard Odier e Pictet: dal primo gennaio 2014 entrambi gli istituti diventeranno società in accomandita per azioni di diritto svizzero, al fine di tener conto della crescita dell’ultimo ventennio, e usciranno dall’Associazione delle banche private. Lo hanno annunciato le due società. L’attività delle due banche in Svizzera avverrà nell’ambito di società anonime, filiali dei due gruppi, e sarà garantita la pubblicazione annuale dei risultati. Il capitale azionario rimarrà integralmente nelle mani dei proprietari e il modello attuale di gestione collegiale sarà conservato.

I MOTIVI DELLA SCELTA –
Lombard Odier e Pictet hanno riflettuto a lungo assieme sulla situazione e sono giunti all’elaborazione della nuova struttura in veste “di concorrenti e amici”, ha spiegato Lombard Odier, precisando che i due gruppi resteranno autonomi. Una delle ragioni della modifica è la volontà di rafforzare lo sviluppo internazionale dei due istituti e di agevolare un adeguamento ai quadri normativi. Il gruppo Pictet ha in gestione patrimoni pari a 374 miliardi di franchi e dispone di 25 uffici in cui lavorano 3300 persone. Lombard Odier a fine dicembre amministrava 188 miliardi e disponeva di circa 2000 dipendenti ripartiti in 24 uffici nel mondo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Investimenti, 10 temi per il 2021

Lombard Odier, la radice quadrata della ripresa

Lombard Odier IM potenzia la gamma dell’azionario tematico

NEWSLETTER
Iscriviti
X