Mps: il Tar respinge il ricorso del Codacons, nessuno stop ai Monti bond

A
A
A
di Redazione 22 Febbraio 2013 | 08:15
Ieri intanto la Corte dei Conti ha dato il via libera al decreto della presidenza del Consiglio che individua le risorse per sottoscrivere i 3,9 miliardi di euro di aiuti pubblici.

NESSUNO STOP AI MONTI BOND – Il Tar del Lazio, riunito ieri, ha respinto il ricorso dell’associazione dei consumatori Codacons che chiedeva di fermare l’iter di aiuto pubblico alla banca Mps attraverso l’emissione di cosidetti Monti bond per 3,9 miliardi di euro. È quanto riporta l’agenzia di stampa Reuters citando una fonte vicina al dossier. Ieri intanto la Corte dei Conti ha dato il via libera al decreto della presidenza del Consiglio che individua le risorse per sottoscrivere i Monti bond.

LA NOTA DI MPS – “La Sezione controllo preventivo di legittimità della Corte dei conti ha registrato il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri che individua le risorse per la sottoscrizione degli strumenti finanziari emessi dal Monte dei Paschi di Siena“, si legge in una nota diffusa dalla banca. “La registrazione è stata disposta in ragione delle deroghe alle norme di contabilità di Stato disposte dal Legislatore con il d.l. 95/2012 e giustificate dalle eccezionali circostanze riconosciute anche in sede europea”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti