Banca Leonardo punta sulla consulenza e apre a nuove assunzioni

A
A
A
di Redazione 24 Aprile 2013 | 06:59
L’istituto di credito guidato dal d.g. Claudio Moro, che ha chiuso il 2012 con un utile netto consolidato di 32 milioni di euro, intende focalizzarsi su…

FOCUS SU CONSULENZA E PRIVATE BANKING – Nei prossimi tre anni Banca Leonardo intende focalizzarsi sul rafforzamento del private banking e del financial advisory e portare le masse amministrate vicino alla soglia dei dieci miliardi di euro. Parola del d.g. Claudio Moro che, intervistato dal Sole 24 Ore in occasione dell’assemblea degli azionisti per l’approvazione dei conti 2012 ha spiegato: “Dopo la pulizia che abbiamo avviato dal 2009 con la dismissione di asset ritenuti non più strategici, ci siamo concentrati su due business chiave, financial advisory e wealth management e abbiamo focalizzato il piano di sviluppo al 2015 proprio sul rafforzamento di queste due aree”.

UN PIANO IMPORTANTE DI ASSUNZIONI – In particolare, ha detto ancora Moro al quotidiano di Confindustria, sul fronte del wealth management il piano di sviluppo passerà attraverso “un programma importante di assunzioni”.

I CONTI 2012 –
Quanto ai risultati 2012, Banca Leonardo ha registrato un utile netto consolidato di 32 milioni di euro – in flessione rispetto ai 71 milioni del precedente esercizio, che però aveva beneficiato di una plusvalenza per circa 62 milioni – e ha deciso di distribuire agli azionisti un dividendo complessivo di 34 milioni di euro (0,12 euro per azione ordinaria).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X